Escursionista francese disperso nel Golfo di Policastro. Continuano le ricerche, informati i genitori



































Continuano a ritmo incessante e senza sosta le ricerche di Simon Gautier, il 29enne francese disperso nel Golfo di Policastro da ormai 5 giorni. Dopo aver setacciato palmo a palmo il Sentiero della Molara a Scario e l’intera area circostante, i soccorritori hanno spostato il loro raggio di azione nel territorio compreso tra Sapri e Maratea, per poi ritornare nuovamente a San Giovanni a Piro e percorrere il sentiero che dal Pianoro di Ciolandrea conduce alla spiaggia dei Francesi, ma del 29enne purtroppo nessuna traccia.

Una task force di unità militari e civili che da cinque giorni ha letteralmente invaso il Golfo di Policastro nel tentativo di ritrovare l’escursionista francese. Il ragazzo pare sia arrivato a Policastro giovedì mattina con l’intenzione di percorrere tutto il Basso Cilento attraverso i sentieri che lo caratterizzano per poi raggiungere Napoli. Ma qualcosa non è andata per il verso giusto.

Venerdì mattina infatti il giovane francese, durante una delle prime escursioni, ha allertato i soccorsi del 118 perché era rimasto ferito alle gambe, ma non è stato in grado di stabilire la sua esatta posizione e da allora si sono completamente perse le sue tracce.







Oggi sono stati informati i genitori che presto si recheranno nel Golfo di Policastro per capire cosa è successo al figlio.

– Maria Emilia Cobucci –


  • Articolo correlato:

10/8/2019 – Ore di apprensione a Scario per turista francese disperso sul Sentiero della Molara. Ricerche a tappeto



































Un commento

  1. Giovanna says:

    Ci vorrebbero dei cani addestrati da ritrovamento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*