Gesù Bambino è nato in una mangiatoia sotto ad una capanna. E non su una barca di migranti. Basta mistificare le nostre tradizioni soprattutto in vista del Natale”.

A dichiararlo è il Questore della Camera e parlamentare di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli  dopo l’allestimento di un presepe collocato all’interno di una delle chiese nel centro storico di Padula.

“Con questo presepe che messaggio si vuole trasmettere ai più piccoli? – dichiara Che l’Italia deve essere invasa da migliaia e migliaia di clandestini per lo più islamici e far pensare che anche Gesù fosse un immigrato? Siamo alla follia”.

All’interno della XXV edizione di “Presepi in mostra” a cura dell’Associazione Amici del Presepio-sez. Pietro Gallo, infatti, è stata rappresentata la nascita di Gesù su una barca di immigrati. La capanna, quindi, è stata sostituita da un barcone.

“Le nostre tradizioni – conclude Cirielli non possono essere piegate agli interessi degli scafisti o dei padroni delle cooperative dell’accoglienza e non si può assolutamente calpestare la veridicità dei nostri Vangeli”.

– Claudia Monaco –


  • Articoli correlati:

10/12/2019 -Cirielli attacca il presepe sul barcone dei migranti a Padula. Replicano Vescovo e Vicario Generale

10/12/2019 -Presepe con migranti a Padula. L’Associazione “Amici del Presepio” a Cirielli:”Visione politica”

3 Commenti

  1. Franco Iorio says:

    Il “caporale” Edmondo Cirielli sente nell’aria esalazione di elezioni e si prodiga in giornaliere dichiarazioni nei giorni pari, in quelli dispari interrogazioni in parlamento. L’importante è che si parli di lui. Che alla storia del Paese è passato per avere presentato la famosa legge 251/2005 in favore del cavaliere di Arcore. Poi la disconobbe. Ma dopo aver prodotto gli effetti voluti. Furbi eh? Da un pò di tempo cerca spazio politico in questa zona, forse perché altrove non c’è posto. Così qualsiasi evento, qualsiasi vicenda, qualsiasi fatto è preso a volo per sparare la strombazzata del giorno. Da buon cattolico-apostolico-romano si interessa questa volta della mistificazione del Natale: non sia mai detto che Gesù nasca in una barca, addirittura poi di migranti. Corre il rischio di nascere quest’anno con la pelle nera. Come la mettiamo “caporale” deputato Cirielli con la “purezza della razza”? Ora, nessuna meraviglia per quanto mi riguarda, ne ha fatte e dette di peggio. Però che la “nostra” OndaNews puntualmente ne amplifichi i risvolti pseudopolitici di questo autocratico rappresentante di Giorgia Meloni a me pare alquanto eccessivo. Sbaglio o rasentiamo propaganda pre-elettorale? Naturalmente sempre con alta stima per la Redazione, ancor più per l’egregio Amico Direttore.

  2. Valeria burzo says:

    Purtroppo siamo ancora pieni di pregiudizi…Gesu`nasce in ogni luogo,non è sicuramente la capanna ..la grotta o altro…ma il significato.Gesu`nasce in una situazione di emergenza tra mille difficolta`allora era una grotta oggi un barcone..anche loro in fuga.Trovo sia bellissimo quel presepe rappresenta il momento che stiamo vivendo…basta polemizzare sempre…
    P.S.giusto per chiarezza..Gesu`non era italiano….meditate…

  3. Lombardi Pasquale says:

    Parole sante
    Mandiamo per un po’ l’autore del presepe in paese medio orientale
    Poi ne parliamo al ritorno
    Se torna
    Ipocriti che non siete altro vendere le proprie tradizioni solo per seguire la moda del momento
    Non voglio essere italiano

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*