Dopo le polemiche suscitate dalla frase apparsa sul profilo Facebook dell’assessore al turismo di Teggiano, Maddalena Chirico, “Poi dici che l’Isis non aveva ragione!”, in seguito alla vignetta pubblicata dalla rivista francese “Charlie Hebdo” che fa della satira dissacrante sul terremoto che ha sconvolto il Centro Italia, nella questione interviene la segreteria provinciale del Pd, tramite un comunicato stampa a firma del segretario Nicola Landolfi e di Mimmo Cartolano, coordinatore PD Vallo di Diano.

Il gruppo di opposizione consiliare “Rinnoviamo Diano” si è dissociato nei giorni scorsi con fermezza dallo scritto e, alla luce delle scuse pubbliche dell’assessore Chirico e della rimozione del post scritto su Facebook, ad esprimersi ufficialmente è ora il Partito Democratico, al quale l’amministratrice teggianese appartiene.

“Nella convinzione che la guerra ed il terrore si combattono ogni giorno, in qualunque posizione politica occupiamo, con le ragioni della pace e del diritto. Ha fatto bene Maddalena Chirico, iscritta al PD ma eletta in una lista civica al suo comune, a cancellare il post su Charlie Hebdo – si legge nel comunicato – Ha fatto bene anche a prendere le distanze dai contenuti stessi di quel post e, come è giusto che sia, ad assumersene la responsabilità sul piano personale”.

“I democratici del Vallo di Diano e dell’intera Provincia – concludono Landolfi e Cartolano – colgono l’occasione per confermare la più totale condanna verso ogni forma di violenza e di intolleranza”.

– redazione –


  • Articolo correlato

05/09/2016 – Charlie Hebdo sul terremoto. Assessore di Teggiano: “Aveva ragione l’Isis!”


 

6 Commenti

  1. Io non sono Charlie, con questa satira hanno dimostrato di essere degli esseri spregevoli. Perchè i signori politici i rappresentanti istituzionali, prima francesi e poi italiani, non si sono indignati ?

  2. alessandro says:

    la strumentalizzazione di questa cosa è assurda!!!!!!
    massima solidarietà all’assessore Chirico, l’unica che ha difeso la memoria dei nostri morti
    Il resto è solo puro sciacallaggio……..si vergognassero!!!!

  3. angelo teggiano says:

    come mai charlie non ha fatto una vignetta satirica su quei co. di poliziotti francesi che hanno fatto passare il venditore di gelati…………..con un camion che pure un bambino si accorgeva che non portava gelati!!!!!!
    secondo me non c”era propio necessita di fare satira su un popolo distrutto dal dolore…….spero che faccia un terremoto solo nel palazzo di charlie………..cosi si potranno rendersi conto………come fare satira!!!!!!!

  4. Bisogna essere duri per non capire che la vignetta in questione non offende i poveri morti del sisma,ma stigmatizza il modus operandi di un popolo e della suaclasse politica :superato il momento del dolore e delle lacrime ,tutti ci dovremmo chiedre come mai scuole ed ospedali ,che dovrebbero essere piu’ che sicuri per ovvi mtivi,crollano come un castello di carte.Questo dovrebbe indiignare,far incazzare,non certo la vignetta di C H. Una domanda alla assessora Chirico: non si e’ sentita offesa quando Vespa e Delrio(ministro del suo partito) hanno affermato che i terremoti producono PIL? E quindi :benvengano i terremoti ?

  5. Tipo l UNITÀ ad esempio?

  6. Va bene la condanna di ogni forma di intolleranza e di violenza, ma bisogna anche prendere posizioni nette nei confronti di chi usa ed abusa certe forme di comunicazione sia che vogliamo chiamarla “satira” o semplice cronaca, talvolta anche alcuni titoli di giornali quotidiani sono al limite dell’indecenza letteraria ,ma nessuno si adira, quindi è più apprezzabile una posizione netta che la tolleranza a tutti i costi fino al limite dell’ambiguità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.