La penultima uscita casalinga dello Sporting Sala Consilina, con la forte Ecocity Genzano, si è chiusa con una rotonda sconfitta (3-8) che, come ha riconosciuto il tecnico della formazione laziale Mauro Micheli, va al di là dei valori espressi in campo, ma tant’è e per i ragazzi di Rosciano è arrivato il decimo ko stagionale.

Dopo un buon primo tempo nel quale i gialloverdi hanno giocato colpo su colpo e chiuso in parità 2-2, la debacle è arrivata nella ripresa, complice qualche errore di troppo, ma tutto sommato questo passo falso può considerarsi indolore in quanto per lo Sporting Sala Consilina la permanenza in serie A2 è stata centrata con tre giornate d’anticipo rispetto alla conclusione della stagione. A favorire il raggiungimento dell’obiettivo ci hanno pensato Italpol e Tombesi che impattando il loro confronto di fatto hanno consentito al team caro al patron Giuseppe Detta di raggiungere aritmeticamente il traguardo.

Si guarda a questa fase conclusiva della stagione senza l’assillo di fare punti ma per il team manager Marcello Pierri le ultime due uscite con Pescara e Lazio 5 non dovranno essere prese come vacanze anticipate: “Contro l’Ecocity la squadra ha fatto bene nel primo tempo, poi i ragazzi non sono riusciti a reagire dopo il nuovo svantaggio e alla fine abbiamo rimediato anche un passivo che va oltre i nostri demeriti. Ora testa alle prossime due sfide per concludere la stagione cercando di ottenere magari una posizione più a ridosso delle big. Vorremo salutare i nostri tifosi con due successi”.

Per la cronaca le reti dello Sporting sono state realizzate da Egea, Brunelli e Leitao, mentre per il Genzano un poker per Chimanguinho, doppietta per Lolo Suazo, una rete a testa per Fusari e il portiere Chinchio. Intanto la prossima partita è sul campo del fanalino Pescara e si gioca in Abruzzo sabato 30 aprile.

Un commento

  1. Faccio gli auguri alla società per il raggiungimento del obbiettivo della salvezza raggiunta.Penso che fosse l’obbiettivo minimo per una società sana ed ambiziosa come quella del patron Detta,visto lo sforzo economico che è stato profuso.Qualcosa non ha funzionato,in sede di mercato sono stati presi calcettisti appagati e poco motivati,e forse non altezza delle ambizioni della società.Serve una programmazione anche a livello del profilo societario,prendere calcettisti motivati e di categoria,per affrontare la prossima stagione con meno apprensione.Ringrazio tutti i soci dello sporting sala che hanno dato spolvero e visibilità a questo territorio.Forza Sporting Sala Consilina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.