La struttura che un tempo ospitava “La Masseria” al Centro Sportivo Meridionale di San Rufo e l’area in cui sorgeva il parco giochi sono ormai da anni lasciati al degrado e più volte nel tempo è stato denunciato lo stato in cui versano e la condizione di precaria igiene circostante, soprattutto a causa dell’abbandono indiscriminato di rifiuti.

Questa mattina l’associazione “VOLA – Volontari per l’Ambiente” – Circolo di San Rufo, in sintonia con il Responsabile Interregionale Giuseppe Amodeo, ha programmato un appuntamento ecologico nei pressi della struttura per manifestare innanzitutto indignazione ma anche per ripulire dai rifiuti di svariata tipologia abbandonati in questi spazi.

Armati di sacchetti e guanti hanno raccolto plastica, vetro, lattine, carta e cartoni, successivamente differenziati per il regolare conferimento.

Si tratta – ha spiegato il professore Amodeo – di una situazione di distruzione e sperpero di denaro pubblico verso cui nè ieri nè oggi qualcuno ha mostrato interesse. Le persone vengono qui, sporcano, distruggono, sprigionano la loro violenza e vanno via. Questa immensa ricchezza oggi è carica di vergogna, ma non indigna più nessuno. Gli amministratori sono incapaci di tutelare questo bene e i cittadini vengono qui per violentarlo. Questa ricchezza doveva servire a dare lustro al territorio, ma tutto quel denaro investito è stato soltanto sperperato. Ma quale occupazione vogliamo creare se buttiamo alle ortiche tutti questi miliardi? I giovani dovrebbero sapere che qui avrebbero l’occupazione che però va tutelata e costruita, non distrutta com’è successo in questo caso. Sono rammaricato e mortificato nel trovarmi di fronte a questo stato di abbandono e di violenza da parte dell’uomo“.

Dello stesso parere anche Cono Marmo, Responsabile del Circolo di San Rufo dell’associazione VOLA. “Questa struttura potrebbe essere sistemata e rimessa a nuovo – afferma – e potrebbe fornire occasioni di lavoro a tante persone. Ma è palese che c’è davvero troppa sporcizia e incuria“.

Poi l’appello da parte dei volontari agli amministratori degli Enti Locali:”Come associazione VOLA faremo richiesta ufficiale per adottare questo spazio e siamo certi che con poche centinaia di euro saremo capaci di mantenerlo pulito“.

Un commento

  1. Vincenzo Puglia says:

    Bravi, la bellezza del territorio la dobbiamo tutelare noi cittadini. I politici ci pensano “virtualmente” solo sotto elezioni e quando non sono rieletti hanno già qualche incarico pronto con stipendio assicurato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.