Tiene banco la questione legata ai turni per gli alunni delle scuola primaria e secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo “Camera” di Sala Consilina e questa sera i genitori degli alunni della 4^ B si sono incontrati, rispettando le norme di sicurezza, per affrontare l’argomento.

La struttura che ospita le Elementari in via Matteotti è chiusa a causa di alcuni lavori e i bambini seguiranno le lezioni nel plesso dove da sempre ci sono le classi della Scuola Media. Gli alunni per le prime tre settimane dovranno alternarsi per seguire le lezioni e quindi i ragazzini delle Medie seguiranno la mattina con orario ridotto per permettere la sanificazione dalle aule dalle 8.10 alle 12.15 mentre i bambini delle Elementari faranno lezione il pomeriggio dalle 14 alle 18.10.

Quello che chiedono i genitori di questa classe è di avere uno spazio anche in una sede alternativa a quella individuata, di non condividere l’aula e di avere i turni mattutini per i bambini. Molti dei genitori hanno bambini che vanno alle Elementari e altri che vanno alle Medie e questo sistema della turnazione crea parecchi disagi organizzativi.

Vogliamo un semplice confronto con l’Amministrazione e il Consiglio d’Istituto o la reggente per chiarire la situazione e vedere se ci sono delle alternative a quella che è l’organizzazione – fanno sapere i genitori – Facendo il doppio turno si è tutti un po’ più esposti al rischio. Vogliamo sapere se c’è la possibilità di optare per altre strutture, se c’è un’alternativa e se si può optare per un cambiamento in base alle esigenze dei genitori. È sacrificante per tutti”.

I genitori hanno anche sentito telefonicamente il sindaco Francesco Cavallone e l’assessore con delega all’Istruzione Michele Galiano per un confronto pacato e hanno redatto un documento in cui chiedono all’Amministrazione comunale e alla Dirigente scolastica un confronto. “Purtroppo il momento è difficile, sicuramente i lavori andavano fatti – dichiara l’assessore Galiano – Non è che non si capiscono le esigenze dei genitori perché le esigenze e le difficoltà le viviamo tutti. Andranno affrontate e spero che si riescano a risolvere tenendo conto delle difficoltà che abbiamo con le strutture. Ogni passaggio fatto dal Comune è stato concordato con la scuola, se poi ci sono stati problemi tra rappresentati di classe, rappresentanti d’Istituto e scuola questo non lo potevamo sapere. Prima di cominciare i lavori l’Ente ha atteso il via libera dalla Scuola. Mi è stato riferito che la proposta del doppio turno è stata fatta passare tramite il Consiglio d’Istituto. I lavori sono iniziati nel momento in cui il Consiglio ha avallato questa proposta. La situazione non è semplice. È coinciso il momento di difficoltà del Covid con la ristrutturazione della scuola. Ci sono anche i tempi in cui l’Ente deve cominciare i lavori che vanno rispettati”.

– Annamaria Lotierzo –

Un commento

  1. Care mamme se tornate un po indietro quanti fitti si sono pagati a combari e cumbarielli oggi non ci stanno più alternative e colpa del covid questi signori devono solo starsene a casa perché i problemi delle famiglie non sanno neanche cosa sono a loro lo stipendio versato da tutti noi arriva ogni mese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.