Il conduttore radiofonico Rudy Zerbi ironizza su San Cono, nel programma in onda su Radio Deejay con Laura Antonini, e scatena l’indignazione dei teggianesi.

Durante la puntata di questa mattina che aveva come tema “nomi strani”, i due hanno ascoltato dei vocali tra cui uno di un radioascoltatore originario di Auletta ma residente a Milano che ha affermato che “in tanti si chiamano Cono, Giancono o Conito”. Da qui si scatena l’ironia del conduttore.

Altri spettatori hanno spiegato come il nome derivi dal Patrono di Teggiano ed è stata narrata brevemente anche la storia del Santo.

“Un allegrone”, “Era quello che girava con due mattoni”, “Il famoso Cono a due palle” sono alcuni dei commenti fatti da Zerbi che ha ironizzato anche sulla morte prematura di San Cono.

Lo speaker radiofonico ha fatto delle battute anche su Padula che non sono passate inosservate ed anche in questo caso si è scatenata la rabbia dei cittadini.

 

 

 

 

Ascolta l’audio della puntata andata in onda questa mattina

4 Commenti

  1. Sapevo che Rudy Zerbi spesso e volentieri prova ad essere sherzoso,cosa che non gli riesce,ma che fosse anche irrispettoso e ignorante,lo immagginavo.

  2. Una goliardata?Beh io lo percepisco non solo come un affronto a tutti coloro che portano il nome Cono.Ma è un attacco frontale alla diocesi teggiano-policastro,la cui sede vescovile si trova proprio a Teggiano.Almeno chiedere a questo mezzo mollusco pubbliche scuse da parte della curia?Mah sono un po perplesso.

  3. Biagio Gangone says:

    Ironia è una parola grossa e nobile per questo signore il cui nome è tutto un programma. Comunque, come si dice , scherza con i fanti ma lascia stare i santi!

  4. Mauro Mavericus says:

    Come dovrebbere, invece, reagire gli abitanti di San Cono, localita’ in provincia di Catania rinomanta per la produzione di una varieta’ di fico autoctono.?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano