Orrore a Sanza. Le immagini di numerosi bovini ammazzati lungo una strada di montagna



































E’ raccapricciante quanto trasmesso a chi guarda da alcune immagini amatoriali, girate a Sanza, che riprendono una scena che, a primo impatto, rimanda più ad una pellicola dell’orrore che alla realtà.

Lungo una strada in montagna, non facilmente percorribile e a pochi passi dal Monte Cervati, giacciono al suolo, senza vita, numerosi capi di bestiame. Sono mucche e vitelli, di quelli che solitamente nei prati siamo abituati a vedere al pascolo e non morti.

Le riprese fatte da uno smartphone e girate alla redazione di Ondanews mostrano palesemente la causa di morte dei poveri bovini, che senza ombra di dubbio non è dovuta a fattori naturali. Gli animali sono coperti di sangue soprattutto sul capo, molti sembrano essere stati colpiti da proiettili. Non sono ancora decomposti, ma è evidente che i loro corpi privi di vita sono ormai rigidi, quindi sono stati uccisi diverse ore prima rispetto a quando è stato girato il video. Le zampe di molti di loro sono all’aria e, come nella più orrifica delle sceneggiature cinematografiche, sono riversi ad entrambi i bordi della stradina.








Il veicolo su cui viaggia l’improvvisato cameraman si destreggia tra i bovini senza vita, rallenta per riprendere i particolari, agghiaccianti. Le mosche che iniziano a bersagliare quelle che a breve saranno carcasse, ormai, non si contano più.

Cosa è successo lungo quella strada di montagna? Chi ha ucciso quegli animali? Ma, soprattutto, perchè?

– Chiara Di Miele –

Orrore a Sanza. Le immagini di numerosi bovini ammazzati lungo una strada di montagna

Orrore a Sanza. Le immagini di numerosi bovini ammazzati lungo una strada di montagna – https://www.ondanews.it/orrore-a-sanza-le-immagini-di-numerosi-bovini-ammazzati-lungo-una-strada-di-montagna/

Pubblicato da Ondanews.it su Martedì 18 giugno 2019

 

ARTICOLI CORRELATI



































12 Commenti

  1. A quale scopo è concesso ai carabinieri di abbattere i bovini? Queste misure vanno eseguite in un mattatoio controllato dall’ASL

  2. Giovanni scommetto che li hai visti con i tuoi occhi i carabinieri vero? Purtroppo ci sono troppi Giovanni Scelta perciò in queste realtà succedono queste tristi ma i evitabili vicende….

  3. Giavanni Scelta perché scrive che sono i carabinieri ad abbattere gli animali? Dovrebbe informarsi meglio prima di scrivere idiozie!

  4. Normativa per l’abbattimento degli animali – https://www.essereanimali.org/normativa-abbattimento-macello-animali-italia/

    In questo caso chi è il responsabile della tutela del benessere animale?

  5. Alessandra says:

    E’ stato eseguito il protocollo sotto tutti gli aspetti? Perchè è stato fatto in segreto?

  6. Giovanni Scelta says:

    È gia dalla settimana scorsa che i carabinieri stanno abbattendo quei poveri animali.

  7. Michelangelo says:

    Questo fatto non è successo in pieno Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano? Mi risulta che quella zona è all’interno del Parco.

  8. Adriano Salimide says:

    Vari capi di bestiame erano infetti da brucellosi.
    Gli stessi e alcuni altamente a rischio sono stati abbattuti dopo accertamenti delle autorità competenti.

    • Giovanni says:

      Se fosse vero quello che Lei dice è un fatto molto grave. Per Legge non sono questi i metodi per abbattere capi di bestiame e inoltre chi a data l’ordine di farlo? Di quale Autorità Competente sta parlando?

      • Vincenzo says:

        Bisogna chiedere al Prefetto di Salerno, al comando Provinciale dei Carabinieri, all’ASL e alla Questura il perchè è stata fatta questa operazione in “gran segreto” e con queste modalità barbare. La soluzione giusta per l’abbattimento sarebbe stata quella di portare gli animali vivi in strutture idonee alla pratica e non fare quello scempio in montagna, spargendo sangue dappertutto e rendendo l’ambiente sgradevole all’olfatto per via del cattivo odore emanato dalle carcasse accentuato ancora di più dal caldo di questi giorni. Ma in Italia, a quanto pare, nemmeno chi rappresenta la legge purtroppo si attiene ai protocolli.

  9. Alessandro Ferrara says:

    Spero che chiunque sia stato venga trovato e condannato ad una pena esemplare…

    Non è più accettabile e sopportabile una cosa del genere. Ogni santo giorno vengono massacrati tantissimi poveri animali che non arrecano alcun tipo di danno o fastidio a nessuno.

    Vorrei tanto capire cosa spinge le persone, e come ci riescono, a compiere questi atti disumani, privi di ogni segno di umanità…

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*