Nella cornice della Certosa di Padula Vittorio Sgarbi stupisce il pubblico del Festival dell’Essere









































Tutti gli dei furono immortali” questo il tema del terzo appuntamento del Festival dell’Essere che si è tenuto ieri nella cornice storica della Certosa di Padula.

Un evento organizzato dalla Regione Campania con il supporto di Scabec, la direzione artistica di Vittorio Sgarbi, che ha condotto con Greta Mauro l’alternarsi sul palco di attori, pensatori e religiosi. Insieme hanno disquisito sul significato dell’Essere religioso, su chi è Dio, sull’umanità di Cristo.

Il tema di questo appuntamento è l’assoluto – esordisce Sgarbi – Il tema dell’Essere può consentirci di portare avanti questo festival per molti anni perché l’essere esiste. A qualcuno non succede niente per tutta la vita quindi non esiste, altri esplodono di essere come Michele Placido”.










Marcello Veneziani, filosofo, azzarda una risposta a questo quesito amletico dicendo che Dio è il nome che diamo al mistero dell’Essere. Nuccio Ordine, Moni Ovadia, Sergio Rubini, Michele Placido, Violante Placido, Vera Slepoj hanno contribuito a scandagliare le diverse sfaccettature di Dio partendo da autori classici come Boccaccio e Pascal, arrivando poi a cogliere la presenza di Dio proprio nella ricerca della sua esistenza. Presenti all’evento anche il sindaco di Padula Paolo Imparato, l’assessore alla cultura Filomena Chiappardo, l’assessore al Turismo della Regione Campania Corrado Matera.

Credo che questo evento possa dare il via all’itinerario della Magna Grecia, che coinvolgerà le regioni confinanti con la Campania – dichiara Matera- Questa serata è la conferma che l’attenzione della Regione si rivolge alle aree interne, non più soltanto ai grandi centri come Napoli”.

Il luogo nato dalla fede francescana ha ospitato, inoltre, l’intervento di Padre Enzo Fortunato, Direttore della Sala stampa del Sacro Convento di Assisi con una riflessione sull’importanza di essere solidali col prossimo.

C’è una sete tra gli altri di una parola buona – commenta Padre Enzo – noto però paura di stare scoperti di fronte agli atri, invece credo sia importante essere disarmati di fronte a chi la pensa diversamente da noi. L’incontro è la scommessa del nostro tempo, non l’innalzamento dei muri”.

– Ornella Bonomo –

Nella cornice della Certosa di Padula Vittorio Sgarbi stupisce il pubblico del Festival dell’Essere

Nella cornice della Certosa di Padula Vittorio Sgarbi stupisce il pubblico del Festival dell’Essere

Pubblicato da Ondanews.it su Lunedì 21 ottobre 2019





































Un commento

  1. Giulio Pica says:

    Non c’è nessuna remora ad organizzare eventi condotti da Sgarbi, uno che ha costruito la propria fama offendendo, aggredendo verbalmente, denigrando chi non la pensava come lui. Uno che ha fatto dell’arroganza e della volgarità la cifra, appunto, del proprio essere. Contenti voi, continuate pure

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*