Come ogni settimana il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha fatto in diretta il punto della situazione sull’epidemia da Covid-19 e sullo stato di attuazione della campagna per le vaccinazioni.

Negli ultimi giorni abbiamo avuto un aumento non straordinario ma sensibile di contagi e chiedo ancora il massimo di rigore nei comportamenti – ha esordito il Presidente della Giunta regionale -. Siccome siamo in Zona Gialla sarebbe un suicidio immaginare che siamo in una situazione per la quale possiamo consentirci di fare la ricreazione. Con comportamenti irresponsabili tra due o tre settimane la Campania sarà tutta chiusa“.

In merito alla decisione del Governo (il ministro della Salute firmerà a breve una nuova ordinanza che stabilisce la collocazione nelle fasce di rischio) di lasciare la Campania nella fascia di rischio meno alto preoccupa De Luca:”Potrebbe farci perdere ciò che abbiamo realizzato in questi mesi. Il Governo mantiene una linea diversa da quella da noi proposta, con le zone e i provvedimenti parziali. E’ una linea sbagliata, servirebbe un provvedimento unico per tutta Italia salvo le Zone Rosse. Ma continua sulla sua scelta e pensa addirittura di introdurre le Zone Bianche, una cosa irresponsabile“.

La campagna di vaccinazioni campana registra ottimi risultati, da giorni è la prima in Italia per percentuali di utilizzazione dei vaccini (“Nonostante abbiamo ricevuto meno vaccini di altre regioni in proporzione agli abitanti“).

Se ne sono accorti i tedeschi che la Campania sta dando una prova di efficienza importante – ha continuato – sono piccole soddisfazioni che dobbiamo prenderci“. La Campania ha ricevuto 109mila vaccini finora, con un tasso di somministrazione dell’85,5% (prima regione d’Italia), entro gennaio complessivamente ci saranno 340mila vaccini per fare la prima e la seconda somministrazione per circa 170mila cittadini campani (personale medico-sanitario ed RSA). “L’obiettivo che perseguiamo sia io che la Regione – ha affermato – è quello di fare della Campania la prima regione d’Italia e d’Europa a uscire dall’epidemia. Voglio che impegniamo in una sfida quasi folle per essere i primi ad uscire dall’epidemia. Dobbiamo fare un’operazione di straordinaria complessità e difficoltà organizzativa al limite della pazzia, ma sono convinto che entro dicembre 2021 siamo capaci di raggiungere questo obiettivo“.

Nel corso della diretta De Luca è tornato a parlare della card da consegnare ai vaccinati e l’ha mostrata spiegando che è stata messa in produzione. “E’ un servizio in più che diamo a chi lo vuole – ha affermato – con il microchip si potranno fare prenotazioni sui treni dell’Alta Velocità, andare in ospedale senza fare il tampone e altre cose utili. E’ collegata alla piattaforma sanitaria regionale ed è del tutto anomala. E’ un altro elemento di eccellenza campana, vi prego di non parlarne molto o scatenano un’altra campagna di sciacallaggio“.

– Chiara Di Miele –

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano