Una prestazione al limite della perfezione ed uno spettacolo molto bello per i tanti tifosi che hanno gremito gli spalti del Palazingaro, non posso che complimentarmi con tutti. Abbiamo messo un’altra tessera nel mosaico che conduce alla serie B”. Sono le parole del co-presidente Giuseppe Detta al termine della roboante vittoria ottenuta dallo Sporting Sala Consilina contro una della squadre più quotate della serie C1, il Futsal Terzigno, unica squadra nel girone d’andata ad imporre il pareggio ai ragazzi di Foletto, per il resto sempre usciti vittoriosi.

Ed anche nel match andato in scena nell’impianto di Via Pozzillo, gremito in ogni ordine di posto, la formazione partenopea per poco più di metà primo tempo ha tenuto testa al Dream Team costruito in estate dai dirigenti salesi, tanto che ci sono voluti quasi 10 minuti per sbloccare il risultato. E a farlo ci ha pensato Bellaver con un sinistro mortifero che ha gonfiato la rete di Aprile, rimasto secco. Poi un pallonetto spettacolare del giovane prodotto locale Imparato ha dato allo Sporting la rete del raddoppio. E lo stesso Imparato ha procurato il rigore che Russo ha trasformato illudendo i vesuviani per qualche minuto, prima che Bellaver, Cantieri, Vavà e l’immancabile rete del portiere-bomber Gallon dessero l’accelerata decisiva che ha fatto chiudere la prima frazione sul 6-1, un parziale che è stato già una sentenza anticipata. Nella ripresa forte del largo vantaggio lo Sporting Sala Consilina ha arrotondato il punteggio andando ancora a rete con Bellaver (alla fine per lui le reti saranno 4), Vavà (tripletta per l’ex nazionale Azzurro con l’U21) e Imparato che ha messo il sigillo al match siglando la sua doppietta personale e fissando il punteggio sull’11-2. Un risultato che esalta lo Sporting Sala Consilina e fa uscire dalla zona che conta il Terzigno.

L’unica nota stonata della giornata l’infortunio del capocannoniere Ferreira, che ha subito un problema al ginocchio. Saranno gli esami strumentali a stabilire l’entità del danno. In casa Sporting si spera che non sia nulla di grave. E sabato per chiudere il trittico di gare da coefficiente di pericolosità alto c’è la trasferta sul campo dello Spartak San Nicola, fermata sul pareggio ed ora a meno 11 dalla capolista. Tiene il passo la Frattese che resta a -9. Intanto sul fronte mercato dopo l’arrivo dell’universale Michelon, bisogna attendere circa un mese prima di vederlo all’opera in attesa che arrivi il transfer internazionale.

– Redazione Sportiva –

Un commento

  1. Applausi a tutti!

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*