Prosegue l’attività di vicinanza e sostegno verso le persone anziane per tutelarle contro le truffe ai loro danni poste in essere con la scusa del finto avvocato che chiede telefonicamente denaro per familiari in difficoltà o ancora simulando la consegna di pacchi postali commissionati da congiunti.

Oltre alle conferenze che vengono tenute dai Comandanti di Stazione e di Compagnia in diversi centri o luoghi di aggregazione frequentati da anziani sono stati coinvolti anche i Sindaci ed i Parroci che hanno ben volentieri promosso insieme ai Carabinieri incontri con le persone sole ed anziane nelle sale consiliari dei Comuni lucani e in quelle parrocchiali.

L’appello, pertanto, è quello di  rivolgersi al Maresciallo della Stazione Carabinieri del proprio paese o al numero 112 dell’Arma, segnalando ogni forma di richiesta di denaro da chiunque venga effettuata così che possano essere effettuati tempestivi interventi risolutivi nei confronti di questi malviventi, i quali, sapientemente, ricorrono ad efficaci tecniche di artifizi o raggiri per poter indurre in errore ignare vittime e procurarsi ingiusti profitti.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*