Il sindaco di Buonabitacolo Elia Rinaldi, per richiamare l’attenzione sul rispetto di alcune regole di condotta che devono essere rispettate dai proprietari di cani per la custodia e la conduzione in luoghi pubblici e garantire la pacifica convivenza e il benessere degli stessi animali, prevenire e ridurre il fenomeno del loro abbandono e del randagismo, anche dopo ripetute segnalazioni e lamentele sull’abbandono di deiezioni sul suolo pubblico, ha emanato un’ordinanza in merito.

E’ quindi vietato abbandonare animali sul territorio comunale ed è obbligatorio provvedere all’iscrizione all’anagrafe canina presso il competente servizio Asl entro 60 giorni dalla nascita o dal possesso del cane. E’ inoltre obbligatorio apporre al cane un codice di riconoscimento mediante microchip come disposto dalla legge regionale sulla tutela degli animali d’affezione.

I cani a custodia di abitazioni, fabbricati, giardini o edifici rurali non possono essere lasciati liberi, salvo che l’edificio o il luogo da vigilare siano recintati. I cani da guardia a luoghi e locali privati aperti possono essere tenuti senza museruola solo se custoditi in appositi spazi recintati o legati a catena agganciata con anello ad una fune di scorrimento.

L’ordinanza inoltre obbliga a utilizzare il guinzaglio per i cani condotti in luoghi e vie pubbliche, a portare con sè la museruola da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità pubblica e a utilizzare guinzaglio e museruola nei luoghi pubblici per quei cani segnalati in seguito a episodi di morsicatura o di aggressione.

Quando invece si accompagnano i cani in luoghi e giardini pubblici è obbligatorio munirsi di kit di pulizia per raccogliere le deiezioni solide degli animali, provvedere all’immediata rimozione delle stesse e depositarle negli appositi cestelli porta rifiuti.

I trasgressori dell’ordinanza verranno sanzionati con un’ammenda di 100 euro in assenza di paletta igienica e mancata rimozione delle deiezioni, di cane lasciato libero incustodito, di cane impegnativo condotto da persone inesperte, in assenza di museruola dove prevista, senza guinzaglio o con guinzaglio superiore a 1,50 metri e di 154,93 euro per la mancata iscrizione all’anagrafe canina o in assenza di microchip.

– redazione – 


 

Un commento

  1. Bravo sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano