Gli operai della Comunità Montana Vallo di Diano questa mattina hanno segnalato alla Polizia Municipale la presenza di sacchetti di immondizia in località Finocchiara, a pochi metri da esercizi pubblici e strutture di ristorazione e poi con i guanti hanno provveduto a separare i rifiuti.

Un problema ambientale di non poco conto in giorni festivi in cui sul territorio si registra la presenza di turisti ed emigranti. Disagio per i cittadini del posto ma anche per quanti vorrebbero ammirare la bellezza del Vallo di Diano come comprensorio all’insegna della salubrità.

Difficoltà anche per gli operai senza stipendio da mesi che si recano a lavoro per la pulizia delle strade e si ritrovano alle prese con sacchetti contenenti ogni sorta di rifiuti.

Al lavoro senza soldi – ha dichiarato Rosa Monzillo, assunta a tempo determinato – consumiamo benzina per raggiungere le varie località e ci troviamo davanti a noi sacchetti di immondizia, stamattina abbiamo chiamato i vigili urbani e dopo con i guanti abbiamo separato i rifiuti”.

Dagli operai è partita anche una telefonata in Prefettura per la questione irrisolta delle mensilità dovute. “La regione non eroga con cadenza regolare le somme spettanti agli Enti delegati che di certo non possono anticipare – ha dichiarato Michele Costanzo, operaio assunto a tempo indeterminato – dovevano pagare entro il 30 giugno sette mensilità più la quattordicesima”. L’ultima mensilità è stata erogata a dicembre. “Un plauso alla nostra Comunità Montana – prosegue  Michele Costanzo – che pur avendo ricevuto in base all’accordo di Programma solo il 50 per cento delle mensilità è riuscita ad effettuare pagamenti vari”.

– Lucia Giallorenzo – 


 


Un commento

  1. Spartaco says:

    È vergognoso..
    Si potrebbe contrattualizzarli ed assumerne ulteriori.. per quanto lavoro ce da fare.. rispecchiando la loro qualifica.
    L’Inciviltà più regna come regna l’ignoranza!!!
    È si dice che ad Atena si vive bene???
    Randagismo, spazzatura, pulizia.. macché!
    Se ne fottono!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*