La Guardia di Finanza di Sala Consilina, agli ordini del Luogotenente Giuseppe Iannarelli, ha svolto un controllo in un grande magazzino di Atena Lucana, dove sono stati trovati prodotti sui quali non erano riportate le indicazioni minime previste dal Codice del Consumo e il cui commercio è vietato perchè privi dei necessari requisiti di sicurezza.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato circa 50mila pezzi (articoli per fumatori, casalinghi e accessori vari) per un valore di circa 9.500 euro. I prodotti erano offerti in vendita agli ignari consumatori.

Nei confronti del responsabile della società sottoposta a controllo, segnalato all’autorità amministrativa competente, sono state irrogate sanzioni fino a 25mila euro.

– Claudia Monaco –

2 Commenti

  1. Chi di voi crede che questa sanzione sarà pagata? Purtroppo sono tutte persone nulla tenenti questi amministratori di società cinesi.Perché non fare una fideiussione bancaria al momento dell’apertura.

    • Hai perfettamente ragione. Portano i soldi sporchi dalla Cina per riciclarli in attività in Italia. Ma qui non pagano neppure le tasse, figurarci la multa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano