Il nuovo anno a Sapri è iniziato con un duro scontro tra il Sindaco Antonio Gentile e l’opposizione capeggiata da Giuseppe Del Medico.

A scatenate le polemiche tra le due compagini politiche è stata la rottura, da parte di ignoti, del cartellone dell’inizio dei lavori di riqualificazione affisso nei giorni scorsi in Piazza Plebiscito.

Un progetto di restyling del valore di circa 2 milioni di euro, che ultimato cambierà il volto della piazza.

Un’opera, però, che secondo l’opposizione di “Sapri Democratica” non è affatto condivisa dai cittadini e dai commercianti, le cui attività gravitano in quell’area.

“La rottura del cartellone che segnala l’inizio dei lavori non è assolutamente da imputare a qualcuno che appartiene al nostro gruppo consiliare ha dichiarato il capogruppo Giuseppe del Medico – Questa è solo speculazione da parte del Sindaco. Un tentativo di dividere il paese oltre ad essere un gesto pericoloso e meschino. A nostro avviso il progetto ha ampie carenze e non vorrei che si commettessero gli stessi errori fatti dieci anni fa con la seconda passeggiata del nostro lungomare che sta cadendo a pezzi. Un progetto carente che ha portato alla condanna dell’allora responsabile dell’Ufficio Tecnico a pagare 100mila euro”.

Dura e immediata è stata la risposta del Sindaco Antonio Gentile che questa mattina, appresa la notizia del gesto vandalico, ha denunciato subito l’accaduto attribuendo la responsabilità a ignoti.

Non mi risulta alcuna correlazione tra il gesto di alcuni vandali e le posizioni dell’opposizione in merito al lavoro che tra pochi giorni inizierà in Piazza Plebiscito. Se si sentono coinvolti è un problema non mio ma di comprensione del testo da parte loro – ha dichiarato Gentile – A chi ancora pensa di poter fermare il vento svelo un segreto: il cartello sarà riparato, il cantiere sarà installato e l’opera pubblica si farà regolarmente“.

– Maria Emilia Cobucci –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*