Si è svolto questa mattina, presso l’Università degli Studi di Salerno, il convegno dal tema “Green economy e sostenibilità-Tra diritto e mercato” promosso dalla Banca Monte Pruno in collaborazione con il Laboratorio Made in Italy, Laboratorio di didattica e ricerca del Dipartimento di Scienze Giuridiche.

“L’incontro è incentrato su un argomento molto importante per il futuro di tutti noi. La Banca Monte Pruno negli anni ha messo in campo tantissime iniziative per migliorare e agevolare le nostre condizioni di vita – dichiara Cono Federico, Vice Direttore Generale della Banca Monte Pruno – A breve ci sarà un accordo tra la Banca Monte Pruno e il Laboratorio Made in Italy per trattare tematiche di economia green e fornire maggiore chiarezza sullo stato dell’arte in questo settore sia per i privati che per enti pubblici. Come Banca locale metteremo in campo le nostre competenze ed esperienze cercando di diffondere gli interventi di natura e risparmio economico”.

Durante il dibattito sono stati presentati diversi progetti e prototipi ecosostenibili sviluppati all’interno dell’Ateneo salernitano, per incrementare l’economia circolare che consiste in un sistema economico pianificato per riutilizzare i materiali in successivi cicli produttivi, riducendo al massimo gli sprechi in tutti i settori.

Domani il Parlamento Europeo si riunirà in Plenaria straordinaria per discutere di “Green Deal Europeo”, un importante progetto composto di proposte per rendere l’Unione Europea leader mondiale nella green economy. Infatti tale progetto dovrebbe portare a zero le emissioni negli Stati Europei entro il 2050.

Il Presidente della Sezione di Stato, Sergio De Felice ha sottolineato che gli strumenti normativi sul diritto ambientale italiano sono fallimentari perché lo sviluppo sostenibile deve essere compatibile con la vita delle generazioni future, quindi è fondamentale la tutela dell’ambiente e dei doveri futuri.

– Rosanna Raimondo –

 

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*