Venti paesi in mobilitazione, cittadini e amministratori uniti per dire “NO” al dislocamento delle Fonderie Pisano a Buccino.

È “Una valle di NO!”, l’iniziativa lanciata dall’associazione “Occhio alla lontra” che domani, domenica 27 giugno, vedrà venti paesi della Valle del Sele e del Tanagro riempirsi di striscioni e cartelli.

Alle 10 in punto sulla facciata di ogni municipio comparirà una striscione verde con la domanda “FONDERIE?”. A questa domanda, ogni cittadino della valle risponderà esponendo dai balconi e dalle finestre il proprio cartello  con scritto “NO!”.

Da Caggiano a Contursi Terme, da Caposele ad Auletta, passando per Oliveto Citra, Sicignano degli Alburni, Palomonte e tanti altri paesi: una manifestazione diffusa e condivisa.

Associazioni, organizzazioni e aziende hanno aderito per lanciare un messaggio forte e opporsi in maniera ferma e compatta al dislocamento delle Fonderie Pisano a Buccino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*