Tutto pronto a Vietri di Potenza per la 43^ edizione della manifestazione “La Pasqua del Signore”



































Domani, domenica 14 aprile, e il 19 aprile a Vietri di Potenza si terrà la 43^ edizione de “La Pasqua del Signore”, un’iniziativa che da anni viene riconosciuta tra le più belle e partecipate del Sud Italia, tanto da richiamare tantissime persone anche da regioni limitrofe.

Un’ottantina i figuranti che prenderanno parte all’iniziativa patrocinata dal Comune di Vietri di Potenza ed organizzata dalle associazioni di volontariato Pro Loco e Teatrando. Si tratta di una manifestazione che richiama a raccolta ogni anno l’intera comunità con l’avvicinamento, in ogni edizione, di giovani figuranti.

L’iniziativa prenderà il via domani alle ore 10.00, con l’ingresso di Gesù a Gerusalemme, presso il piazzale della chiesa dell’Annunziata. Seguirà la processione verso la chiesa Madre e l’incontro di Gesù con i bambini nell’area antistante la chiesa.








Il Venerdì Santo le tanto attese rappresentazioni prenderanno il via alle ore 17.30 presso Piazza del Popolo. Verranno messi in scena il Processo di Gesù davanti a Caifa, la comparsa di Gesù davanti ad Erode, il Processo davanti al procuratore Ponzio Pilato, la Flagellazione e la condanna a morte. Poi, sempre da Piazza del Popolo, prenderà il via la storica Via Crucis, che attraverserà le principali vie e vicoli del centro abitato, fino al ponte di collegamento con Santa Domenica. Qui su un crepuscolo con scenografie uniche e particolari, nelle vicinanze di uno strapiombo di circa 100 metri, si terrà la scena della Crocifissione, il Pianto della Madonna e la Pietà. Seguirà la processione con Cristo Morto e Madonna Addolorata, partendo dalla vicina casa di riposo.

La storica Via Crucis vivente di Vietri – dichiara il sindaco Christian Giordano rappresenta una delle rappresentazioni viventi della Passione di Gesù più spettacolari della Basilicata e probabilmente del Sud Italia. Un vero orgoglio per la nostra comunità sia per la capacità di attrarre visitatori sia per la capacità di coinvolgere giovani e meno giovani in un evento ricco di emozioni e tradizione”.

– Annamaria Lotierzo –





































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*