Raffaele Ielpo, 42enne di Lauria, operaio di un’azienda che si occupa dei lavori all’interno della metropolitana di Milano, è morto in serata mentre stava lavorando. L’uomo si trovava ad una profondità di circa 20 metri ed era impegnato nel prendere le misure in prossimità di un cunicolo di collegamento.

Stando alla prima ricostruzione, l’uomo sarebbe stato colpito da un masso di grosse dimensioni che si sarebbe staccato da una parete.

Sul posto è stato immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco e degli agenti della Polizia. I caschi rossi hanno lavorato per estrarre l’uomo ricoperto dalle macerie del masso. Sarebbe stato colpito al torace ed alle gambe. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi. Sul posto anche i sanitari dell’ospedale “San Carlo Borromeo”.










L’incidente si è verificato poco dopo le ore 18.30. L’uomo è morto un’ora e mezza più tardi in ospedale. Lauriota, era il capo squadra delle operazioni di scavo in corso nella metropolitana di Milano con le talpe. Ielpo stava lavorando con alcuni colleghi in prossimità di un pozzo di areazione.

Esprimo la mia vicinanza – ha dichiarato Angelo Lamboglia, sindaco di Lauria – e quella della comunità lauriota ai familiari. Mi auguro che quanto prima venga fatta chiarezza sulla dinamica dell’incidente per l’ennesima vittima sul lavoro“.

– Claudio Buono –





















Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*