Il 10 agosto a Torre Orsaia torna la Festa di San Lorenzo. I fedeli rivivono attraverso una rappresentazione gli ultimi istanti drammatici della vita del Santo. In scena al termine del corteo storico, durante il quale sfileranno circa 200 figuranti, la rappresentazione del  martirio di San Lorenzo e in attesa delle stelle cadenti, il concerto in piazza.

Alle ore 20 si snoderà per le vie del paese la solenne processione e la IX edizione del corteo storico di San Lorenzo in abiti d’epoca romana e della tradizione cilentana che terminerà in Piazza Lorenzo Padulo con la rappresentazione de “La Passione di San Lorenzo”. Seguirà la V Edizione del Festival della Musica Popolare e delle sue Contaminazioni con le “Officine popolari lucane” di Pietro Cirillo e la Compagnia “Aria Corte”.

Dal 2008, anno 1750° del martirio del Santo Patrono Lorenzo Diacono e martire la festa in suo onore si caratterizza per il corteo storico che rievoca i luoghi e i personaggi della Roma del 258 che fu testimone della vicenda di fede e del suo martirio.

“L’idea del corteo storico di San Lorenzo e dell’itinerario romano da percorrere durante la processione del Patrono – spiega il parroco don Pasquale Pellegrinonasce da una duplice motivazione: la prima, di carattere pedagogico/spirituale, in quanto, far rivivere plasticamente la vita e la passione di San Lorenzo, diventa occasione di catechesi soprattutto per le nuove generazioni che apprendono soprattutto attraverso i simboli e le immagini. La seconda – prosegue il parroco – di carattere turistico e promozionale del territorio”.

Il programma a cura del  parroco don Pasquale Pellegrino, del comitato feste in sinergia con l’amministrazione comunale, la Pro Loco, l’Università Popolare, la fondazione “Pietro De Luca” e la Protezione Civile attraverso la rappresentazione ed il festival della musica punta alla promozione sociale del territorio.

 Lucia Giallorenzo –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*