Con le ultime due tappe, l’Istituto Comprensivo di Teggiano e le Scuole Medie “Giovanni Camera” di Sala Consilina, la Comunità Montana Vallo di Diano ha ultimato la consegna dei 160 tablet donati da Amazon al Ministro per il Sud Giuseppe Provenzano.

Il Ministro aveva a sua volta individuato 6 Strategie (tra le oltre 70 in atto in questo momento in Italia), tra le quali la Strategia d’Area Vallo di Diano a conduzione della Comunità Montana valdianese, come beneficiarie dell’intervento di contrasto al disagio educativo conseguente alla pandemia in corso.

Il Presidente Raffaele Accetta ha voluto personalmente consegnare i dispositivi tecnologici negli Istituti ricadenti nei 15 Comuni della Comunità Montana: “Abbiamo scelto le prime medie perché gli alunni resteranno altri due anni nelle scuole, dunque potranno sfruttarli a pieno. Con i miei collaboratori ed i dirigenti consegniamo di persona i tablet alle singole classi per far comprendere loro l’importanza della scelta del Ministro che ha accompagnato la donazione con una lettera ricca di sensibilità ed attenzione per i piccoli centri del Sud dai quali anche lui proviene. Ecco, la sua esperienza di vita dimostra che nulla è precluso ai ragazzi che vivono in piccoli comuni come i nostri”.

Rosaria Murano, dirigente dell’Istituto Comprensivo di Teggiano, ha accolto con entusiasmo i moderni dispositivi elettronici. “Ringraziamo Amazon, il Ministro e la Comunità Montana, nelle vesti del Presidente Accetta, per aver scelto le scuole come destinatarie dei tablet – ha dichiarato -. Oggi ancor più che nel passato sono utili alle nostre attività: basti pensare allo stravolgimento della nostra attività didattica causata dall’emergenza Covid-19. Ci siamo organizzati e reinventati nel fare la Didattica. Credo ci siamo riusciti bene e questi dispositivi rappresentano un’opportunità in più”.

Anche alla luce dell’improvvisa chiusura degli istituti scolastici campani di ogni ordine e grado ad opera del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, avvenuta ieri sera, la consegna dei dispositivi appare quanto mai opportuna e tempestiva. Questi infatti potranno anche essere concessi in comodato d’uso gratuito agli alunni che ne siano sprovvisti al fine di consentire loro di poter partecipare alla didattica a distanza.

– redazione –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*