Tenersi in forma con una lunga camminata o facendo jogging aiutando contemporaneamente a pulire l’ambiente: è questa la nuova iniziativa di Plastic Free che ha organizzato per domenica 20 giugno il Plogging Day. Il plogging consiste, appunto, nel raccogliere i rifiuti mentre si è in movimento.

Dopo il successo degli ultimi appuntamenti che hanno visto la partecipazione di oltre 20.000 volontari e più di 240.000 kg di plastica e rifiuti rimossi dall’ambiente, l’associazione non si ferma e mantiene alta l’attenzione verso il rispetto del pianeta. Il 20 giugno chiunque potrà partecipare al Plogging Day scegliendo un piccolo percorso da ripulire, un parco, una spiaggia o una zona della propria città, camminando in solitaria o con i propri cari. Simbolo della giornata di sensibilizzazione è la pettorina da maratoneta, inviata gratuitamente dopo l’iscrizione al sito www.plasticfreeonlus.it/ploggingday-20giugno/

Una volta realizzata la pulizia sarà possibile pubblicare la propria foto o il proprio selfie direttamente nella pagina Facebook Plastic Free Walk, dove saranno selezionati e premiati i 10 scatti più belli con una borraccia in regalo. L’obiettivo dell’intera giornata è quello di rimuovere dall’ambiente 50.000 kg di plastica e rifiuti, che si sommeranno agli oltre 800.000 kg già rimossi dall’associazione fino ad oggi, e percorrere in totale oltre 15.000 km che si sommeranno ai circa 10.000 già conteggiati nel progetto Plastic Free Walk.

Viviamo una vita frenetica dove riceviamo tanti stimoli in poco tempo  – commenta Luca De Gaetano, Presidente Plastic Free – Il nostro obiettivo, con queste iniziative, è ricordare a tutti che esiste anche e ancora un pianeta da amare e rispettare”.

E, di questo, molte realtà si sono già accorte. Infatti l’intera iniziativa non poteva non suscitare l’attenzione di aziende attente all’ambiente, quali Var Group, Regina (Gruppo Sofidel), Flowe e Tua Assicurazioni, che supporteranno le varie fasi di sviluppo e inviteranno i propri collaboratori a prendere parte attivamente al progetto.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*