Un percorso sperimentale senza le barriere architettoniche consentirà ai turisti in carrozzella di visitare la Basilica, il tempio più antico dei tre monumenti dorici di Paestum, il primo e unico tempio greco, così ben conservato in tutto il Mediterraneo, a diventare accessibile anche per chi ha difficoltà motorie.

In vista dell’inaugurazione che ci sarà nella giornata di oggi il direttore del Parco Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel, ha voluto testare di persona l’itinerario, percorrendolo seduto in carrozzella.

Nei mesi scorsi a Paestum – dice il direttore Zuchtriegel – ci siamo confrontati con le norme in materia di accessibilità, per creare il primo percorso integrato che va all’interno di un tempio greco ancora in piedi, la cosiddetta Basilica. Ma non volevo aprire questo percorso senza sperimentare in prima persona se è effettivamente praticabile. Il mio grande rispetto a tutti quelli che si muovono in carrozzella in un mondo che deve ancora fare tanto per l’accessibilità“.

– redazione – 


 

Un commento

  1. PANETTA ROCCO says:

    A Paestum i disabili possono arrivare in TRENO,con l’assistenza di RFI. La Certosa di S.Lorenzo essendo ubicata a Padula, dove NON si arriva in TRENO, rimarrà off limits per i disabili che arrivano in AUTOBUS, per i quali NON esiste alcun obbligo di atrrezzaggio ed assistenza per le Persone a Ridotta Mobilità, a differenza dei treni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*