Ha chiuso i battenti con un bilancio positivo la 26^ edizione della manifestazione “Alla Tavola della Principessa Costanza”, organizzata dalla Pro Loco di Teggiano con il supporto della Regione Campania e dell’Amministrazione comunale.

La kermesse rievoca i festeggiamenti organizzati per onorare l’arrivo di Antonello Sanseverino, Principe di Salerno e Signore di Diano, e della sua sposa Costanza da Montefeltro, figlia del Duca di Urbino.

Le Tamburine, i Musici e Sbandieratori dello Stato di Diano, i Trombonieri e tanti artisti hanno incantato con le loro esibizioni i presenti, accorsi da tutta Italia. Lungo le vie del centro storico, i turisti hanno potuto visitare musei e chiese e degustare i piatti della tradizione locale. L’evento, tra i più attesi dell’estate valdianese, si è concluso con lo spettacolare e scenografico “Assalto al Castello”.

Il bilancio di questa edizione è estremamente positivo e siamo veramente soddisfatti – commenta il presidente della Pro Loco Biagio MateraI nuovi Principi sono stati apprezzati non solo dai teggianesi ma anche dai turisti, tutti hanno espresso giudizi positivi. Oltre ad essere dei volti belli, hanno saputo recitare bene la loro parte e hanno contribuito in maniera rilevante al successo della 26^ edizione”.

Presenti ieri anche il Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese e il Presidente del Tribunale di Lagonegro, Luigi Pentangelo, che hanno visitato il paese e assistito agli spettacoli in compagnia del primo cittadino di Teggiano Michele Di Candia.

Sono contento di essere qui in occasione della serata finale – dichiara Strianese – Ringrazio di cuore per l’invito il sindaco e tutta l’Amministrazione comunale. Non venivo da tanti anni a questa manifestazione e la trovo migliorata, c’è tanta gente e tanta partecipazione in un paese come questo ben tenuto e molto ospitale”.

Non poteva mancare come ogni anno il party “After Costanza” che ha fatto divertire i tanti giovani rimasti in Piazza San Cono dopo la rievocazione.

– Annamaria Lotierzo –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*