I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Foce Sele hanno scoperto alla località Chiorbo nel comune di Capaccio lo sversamento di una significativa quantità di reflui zootecnici.

Gli accertamenti condotti hanno consentito di verificare che i liquami provenivano da un allevamento bufalino del posto. I militari hanno sequestrato un’area aziendale di circa 1.500 metri quadrati utilizzata come deposito incontrollato dei liquami prodotti dall’allevamento ed hanno sequestrato anche un tratto di canale agricolo di scolo delle acque per una lunghezza di circa 100 metri che scorre vicino all’area utilizzata per deposito. La vicinanza dei rifiuti abbandonati al corso d’acqua pone infatti a rischio di inquinamento le acque superficiali.

Altri controlli condotti dai militari delle Stazioni Carabinieri Forestali di Foce Sele, Agropoli e Sicignano hanno fatto emergere violazioni nel comune di Eboli in località Santa Cecilia dove, in prossimità del fiume Sele, è stato scoperto un sito di abbandono di rifiuti costituiti da scarti di lavorazione di ortaggi rilasciati nel tempo ed in avanzato stato di decomposizione posizionati su terreno posto in pendenza ed in adiacenza ad un canale consortile confluente nel fiume Sele.

In località Barizzo – Foce Sele nel comune di Capaccio Paestum, invece, è stata sequestrata un’area di circa 1.000 metri quadrati all’interno di un allevamento bufalino ed il limitrofo canale di scolo per circa 150 metri sull‘area per rifiuti zootecnici illeciti.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano