La passione che unisce ed aiuta a dimenticare la fatica, gli sforzi, le cadute. La stessa passione che si leggeva sui volti dei 650 iscritti alla terza edizione della Granfondo del TanagroMemorial Franca Priore e Pasquale Ammaccapane, disputata ieri mattina sulle strade del Vallo di Diano e dell’alta Val d’Agri.

La manifestazione ciclistica, promossa dall’A.S.D. Ciclo Team Tanagro, ha più che mai rinnovato la simbiosi tra pratica sportiva, amore per la natura e riscoperta del territorio, richiamando cicloamatori provenienti in larga parte dall’Italia meridionale ma anche gruppi sportivi laziali ed altoatesini. Ciascuno di essi ha avuto il privilegio di ammirare uno spettacolo di suoni e di colori che le campagne ed i boschi al confine tra Campania e Basilicata hanno idealmente offerto al passaggio della carovana. Una sensazione che si è ricreata al termine della Granfondo, quando atleti ed accompagnatori hanno raggiunto lo splendido Parco dei Mulini di San Pietro al Tanagro per consumare il meritato pranzo e partecipare alla cerimonia di premiazione.

La gara, valida come settima prova dello Scudetto campano, è stata vinta dal casertano Roberto Cesaro, al quarto centro nel circuito regionale. Sul traguardo di località Setone, il portacolori del Pedale Bellonese ha superato in uno sprint a due Gennaro Amato (Liquori Luxor). Sul podio anche Onofrio Monzillo (Murolo Costruzioni), distanziato di 15” dal vincitore. In campo femminile, netto successo per la ceca Denisa Bartizalova. La ciclista della Rinascita Flegrea – che nel mese scorso si era aggiudicata il titolo campano di mediofondo – ha preceduto Elisa Rigon (Roma Ciclismo) e Cinzia Coppola (Cilento Bike – Ciclidea).

Giovanna Quagliano


 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*