Dopo l’inaugurazione delle varie tratte ferroviarie nel Vallo di Diano, la ferrovia diventa così parte integrante della vita economica e sociale del territorio valdianese e massima attenzione viene prestata al fine di garantire il buon funzionamento dei servizi.

A tal proposito, è opportuno far riferimento all’avviso di distribuzione dei biglietti lungo la linea, a partire dal mese di luglio del 1888. Negli anni successivi verrà poi emessa una circolare diretta a regolamentare le tariffe di tutte le vetture.

Il mantenimento di uno standard elevato di servizi non è però così semplice e già nei primi anni del 1900 possono rinvenirsi vari interventi da parte di personalità politiche locali, finalizzati alla risoluzione di problematiche inerenti alle tratte ferroviarie, come la richiesta della modifica degli orari proveniente da una parte dei cittadini valdianesi, portata alle Istituzioni competenti dall’on. Giovanni Camera, originario di Padula. Richiesta che non viene accolta, così come formulata da Camera, dalla Direzione Generale delle Ferrovie dello Stato.

Dopo l’esito negativo, si cercherà comunque di salvaguardare e rendere funzionali gli orari di percorrenza delle tratte a vantaggio dei cittadini locali.

Anche la Grande Guerra ha influito sulla regolarità e l’efficienza dei servizi, tant’è che pochi mesi prima dell’armistizio dell’11 novembre 1918 vengono emesse due comunicazioni della Sottoprefettura di Sala Consilina e delle Ferrovie dello Stato dirette a ripristinare la regolarità dei servizi, probabilmente trascurati a causa della guerra.

Si rinviene, in particolare, affollamento all’interno delle carrozze.

Nel periodo post-bellico (1946), invece, si riscontrano problematiche relative allo scarso decoro in cui versano i trasporti ferroviari e nello stesso periodo si inizia ad organizzare anche il servizio che si occuperà di trasportare gli utenti dalla Stazione di Sala verso il centro cittadino.

– Maria De Paola –



  • Articoli correlati

8/04/2017 – Storia della ferrovia nel Vallo di Diano. La costruzione e l’inaugurazione

6/04/2017 – Aprile 1887/aprile 2017, l’anniversario mai compiuto della tratta ferroviaria Sala-Sassano

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*