Gli agenti del Commissariato di Polizia di Viareggio hanno messo fine alla latitanza di S.V., pericoloso stalker 40enne originario di Salerno, ma che vive da tempo in Versilia.

A novembre l’uomo ha violato una serie di misure cautelari disposte dal Gip del Tribunale di Lucca, tra cui il divieto di avvicinarsi alla persona offesa e l’obbligo di dimora in un comune diverso da quello della sua vittima.

E’ stato dunque arrestato e condotto nel Carcere di Lucca, in seguito per lui erano stati disposti i domiciliari che doveva scontare a Salerno. Dopo qualche giorno, però, approfittando dell’autorizzazione per recarsi in Tribunale a Lucca ad un’udienza del processo per maltrattamenti, lesioni, violenza privata e minacce, è sparito diventando di fatto un latitante.

I poliziotti hanno così dato il via a ricerche serrate, mentre la vittima di stalking è stata condotta in una struttura protetta.

Una poliziotta del Commissariato di Viareggio, però, mentre stava facendo una passeggiata insieme al compagno, anch’egli agente di Polizia, ha riconosciuto lo stalker. Ha subito allertato la Sala Operativa, informando i colleghi sui movimenti dell’uomo, e così sul posto sono prontamente intervenuti gli agenti della Volante che hanno bloccato il 40enne salernitano e lo hanno condotto nel Carcere di Lucca.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*