A conclusione di un’attività di indagine gli Agenti della Polizia di Stato in servizio al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia, il 3 e il 26 ottobre scorsi, su disposizione della Procura della Repubblica di Salerno, hanno eseguito due ordinanze applicative della misura della custodia cautelare in carcere e degli arresti domiciliari rispettivamente a carico di Cosima Marotta, residente in Eboli, e di Francesco Marotta, domiciliato nel Comune di Milano, entrambi ritenuti, in concorso tra loro, responsabili del reato di spaccio continuato di cocaina.

Il provvedimento restrittivo è stato notificato a Cosima Marotta presso la Casa Circondariale di Fuorni, dove è ristretta dal luglio scorso in quanto arrestata in flagranza per il medesimo reato nell’ambito dello stesso procedimento penale, e a Francesco Marotta da parte della Squadra Mobile di Milano, Ufficio subdelegato per l’esecuzione della misura. Le ordinanze cautelari sono state adottate dopo approfondite indagini finalizzate al contrasto del dilagante fenomeno dello spaccio di droga nella città di Eboli. L’attività d’indagine si è protratta per circa due mesi, traendo origine da preliminari accertamenti info-investigativi.

Le attività investigative, ed in particolare il monitoraggio delle utenze telefoniche, hanno consentito di documentare le numerose cessioni di cocaina, attuate dai due, direttamente nella fase della loro perpetrazione.

Numerosi gli elementi di prova acquisiti, tra cui conversazioni audio, immagini, video e la droga sequestrata, Inoltre durante le indagini è stato accertato che Cosima Marotta, al fine di perpetrare la sua attività in modo del tutto anonimo, si era munita di un moderno sistema di videosorveglianza mediante l’installazione di varie telecamere a salvaguardia della propria abitazione. Il sistema, individuato dagli investigatori, è stato sequestrato durante l’arresto.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*