Sicurezza lungo le strade provinciali. Ad Agropoli l’incontro tra forze di polizia e Prefettura





































Si è svolto questa mattina, nell’Aula consiliare del Comune di Agropoli, un incontro sul tema della sicurezza stradale che ha visto la presenza del Viceprefetto di Salerno, Roberto Amantea e del Capo di gabinetto della Prefettura, Arnaldo Agresta, di rappresentanti dei Comandi di Polizia municipale di diversi Comuni della provincia, dei Carabinieri della Compagnia di Agropoli e della Polstrada di Vallo della Lucania.

A fare un saluto il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, che ha preso parte all’incontro insieme al collega di Giungano, Giuseppe Orlotti. “Si tratta di una iniziativa di grande spessore – ha dichiarato Coppola – per implementare la sicurezza nella nostra provincia. La sinergia tra Istituzioni è a mio avviso fondamentale e strategica, per questa e le altre iniziative che verranno”.

Obiettivo dell’incontro è costruire una rete tra le varie forze di polizia in campo, al fine di monitorare le strade provinciali, allo scopo di individuarne le criticità e cercare di porvi rimedio per poter giungere negli anni ad abbassare, se non azzerare il tasso di incidentalità e quindi di mortalità. E’ stata mostrata, attraverso alcune slide, la situazione attuale, relativamente alle arterie più pericolose. Le forze di polizia avranno il compito, nei mesi che verranno, di segnalare alla Prefettura, a ritmi regolari, la presenza di punti critici, il numero di incidenti mortali sulle diverse arterie, proponendo le potenziali soluzioni. La Prefettura raccoglierà le istanze e si farà portavoce presso gli Enti competenti affinché pongano in essere i rimedi del caso, siano essi apposizioni di rotatorie, autovelox, dissuasori o simili.








Fare sistema – ha riferito Agresta – ci consentirà di monitorare costantemente i territori e conoscere cosa succede sugli stessi, per cercare di porre rimedio alle criticità“.

Seguiranno incontri anche a Vallo della Lucania e a Sapri per poter sviluppare tale idea, che punta a migliorare la sicurezza dal punto di vista della viabilità, ma potrà aprirsi, nel prossimo futuro, anche ad altri settori.

– Chiara Di Miele –







































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*