Sottoscritto un “patto educativo” tra il Comune, l’ospedale e l’Istituto Professionale per i Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale di Polla. Grazie a questo progetto, infatti, gli studenti avranno la possibilità di effettuare percorsi di alternanza scuola-lavoro presso la struttura ospedaliera del Vallo di Diano facendo esperienza diretta di quanto apprendono tra i banchi di scuola.

Una scuola del Vallo di Diano, quindi, che per la prima volta sperimenta una nuova collaborazione attraverso cui gli studenti potranno concretamente conoscere il funzionamento di un ospedale e toccare con mano il tipo di esperienza lavorativa verso cui potranno indirizzarsi una volta terminati i loro studi. Nel progetto, unitamente ai docenti, al personale ATA della scuola e ai medici in servizio presso l’ospedale di Polla, è coinvolto a pieno titolo anche il Comune di Polla.

Grazie a questo progetto – riferisce il sindaco Massimo Loviso –  i ragazzi saranno accolti da medici, infermieri ed altri professionisti del ‘Luigi Curto’, che illustreranno il funzionamento dell’ospedale. Grazie a questo patto educativo i ragazzi avranno la possibilità di verificare direttamente il lavoro dell’ospedale su attività medico–chirurgiche, di laboratorio e tecnico-amministrative insieme ai medici e agli infermieri e avere l’occasione di apprendere in contesti diversi da quello della scuola capacità immediatamente spendibili nel mondo del lavoro”.

Molteplici sono gli sbocchi professionali per gli studenti che si diplomano presso il “Socio-Sanitario” di Polla, tra cui Educatore Asilo Nido, Educatore di Comunità, Operatore per l’area dedicata alla disabilità, Supporto alle attività educative, Supporto alle attività di mediazione culturale, Assistenti presso istituti medici, Tecnico socio-sanitario presso l’Asl, Consultori e Piano Sociale di Zona ed insegnamento nelle scuole superiori della disciplina “Metodologie Operative”.

E’ possibile, inoltre, l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria e ai corsi post-diploma dell’Istruzione e Formazione Superiore. Sbocchi naturali sono le facoltà paramediche, quelle di Scienze della Formazione e dell’Educazione Primaria, di Sociologia e di Psicologia.

Per venire incontro alle esigenze degli studenti che intendessero dirigere la loro scelta verso il Socio-Sanitario, la Segreteria della scuola ha organizzato uno sportello informativo tutti i giorni dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 16 il martedì e il giovedì, per fornire ogni tipo di supporto alle famiglie. Gli appuntamenti si potranno programmare telefonando al numero 0975/376006. Per eventuali informazioni sull’offerta formativa e sugli sbocchi professionali futuri è possibile fissare degli appuntamenti anche con la professoressa Teresa Amodeo, docente titolare di Funzione Strumentale specifica, contattandola direttamente al numero 331/2236937.

Il termine ultimo per le iscrizioni è fissato per le ore 20 del 28 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.