Fanno tenerezza, hanno quasi timore di socializzare con le persone, sono una quarantina, tutti minorenni e sono ospiti del centro accoglienza “Il Gabbiano” di Sanza.

Curati e accuditi dalla Caritas, sono giunti nel piccolo paesino ai piedi del monte Cervati, il primo settembre scorso. Profughi dell’ultimo sbarco a Salerno, sono arrivati a Sanza a bordo di un pullman. Dopo qualche giorno di ambientamento hanno preso coscienza della nuova realtà. Non parlano l’italiano, ma basta guardarli negli occhi per capire la loro tenerezza e la loro voglia di ricominciare una nuova vita. Si incontrano per strada, qualcuno chiacchiera mentre altri giocano a pallone.

Il loro cammino è segnato da guerre, morte e maltrattamenti, poi la speranza di una vita migliore, di un’esistenza dignitosa. Provengono da varie parti dell’Africa centrale, sono giunti sulle coste italiane qualche settimana fa dopo un lungo viaggio fatto di fame e di freddo. Per loro oggi la sicurezza di un pasto caldo e di vestiti puliti oltre che l’amore profuso dagli operatori della Caritas supportati dal loro responsabile don Vincenzo Federico, persone speciali, amorevoli verso coloro che nella vita hanno avuto la sfortuna di nascere nel posto sbagliato al momento sbagliato. Già negli anni scorsi “Il Gabbiano” ha accolto altri migranti, un’esperienza positiva per la comunità sanzese disponibile e pronta a dare ospitalità.

“Alla chiamata del Prefetto di Salerno – afferma il sindaco di Sanza Francesco De Mieriho dato subito il mio assenso alla richiesta di accogliere nella nostra comunità, in via provvisoria, 40 migranti minorenni. Faremo di tutto con i gestori del centro Il Gabbiano e la Caritas Diocesana per rendere la loro permanenza a Sanza un punto di partenza per una nuova e più rosea esistenza”.

– Antonio Citera – 


 

5 Commenti

  1. Anzi voglio precisare al signor Vito che tempo fa qui a Padula già si sono è verificati dei problemi con questa gente. Del tipo di impadronirsi del campo sportivo e i nostri figli non potevano entrare e dovettero intervenire i carabinieri. Grazie al vostro amato don Vincenzo.

  2. Viva ruspa ha ragione ne abbiamo tanti di problemi nostri e non si riescono a risolvere figuriamoci di pensare a risolvere quelli degli altri ma va la. Viva Salvini con le ruspe.prrche non provano a risolvere il problema li anzi con tutti questi milioni di euro altro che alloggi in Africa.

  3. Buonasera, leggo spesso dei commenti di questo tal sig. RUSPA. Secondo me questo signore sarà un po’ invidioso che non ha una cooperativa sociale per far fronte a questa esigenza poiché fa sempre calcoli di soldi in tasta d’altri…. mi sa che un pizzico di invia ci sia proprio…..

    • Ecco un altro buonista…!!
      Tu dimmi quanti soldi guadagni sulla pelle di questi CLANDESTINI….!!!
      Io le tasse le pago per il benessere dei nostri bambini, dei nostri disabili,dei nostri disoccupati, dei nostri anziani….per i mezzi pubblici per la scuola per la sanità….ecc.
      Non per mantenere PARASSITI…..e non per arricchire FARABUTTI!!

  4. Che solerzia…..
    Parliamo di business …
    Soldi….
    35€ x 40 =1400€ giornalieri
    1400€x 31 giorni =43.400€
    43.400€ x12 mesi=lasciamo perdere…!!!
    E sono stato buono poiché i minori non accompagnati percepiscono di più giornalmente per la loro gestione…

    Ma onestamente io vi chiedo :MA NON VI VERGOGNATE!!!??????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.