L’Amministrazione comunale di San Pietro al Tanagro, guidata dal sindaco Domenico Quaranta, si è da sempre contraddistinta per l’attenzione alle fasce sociali più deboli, con piani di intervento mirati a garantire la riduzione di forme di disagio sociale e a sostegno delle fasce più fragili della popolazione. E’ proprio sulla base di questo presupposto che ha deciso di destinare la quota del 5 per mille dell’IRPEF per la concessione di interventi sociali e ricreativi a favore degli over 65 residenti nel territorio comunale.

Non è la prima volta che gli amministratori del piccolo centro valdianese deliberano in tal senso, stabilendo di usufruire del 5 per mille a sostegno di iniziative di carattere sociale.

Come noto, la legge 183/2011 consente di destinare da parte dei contribuenti una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza. Quest’anno il Comune di San Pietro al Tanagro destinerà, dunque, la quota del 5 per mille dell’IRPEF relativa all’anno di imposta 2016 per interventi a favore degli anziani.

L’Amministrazione comunale fisserà le direttive a cui il Responsabile del Servizio dovrà attenersi nell’adozione delle proprie determinazioni per l’assunzione dei vari impegni di spesa per la realizzazione degli eventi socio-ricreativi in favore degli over 65, predisponendo anche un idoneo avviso al pubblico con indicazione dell’evento prescelto e del numero delle domande che potranno essere soddisfatte.

E’ già in programma per domenica 5 aprile una visita all’antica città di Pompei con consumazione compresa. Sarà possibile, inoltre, visitare il Santuario della Madonna e intrattenersi alla funzione religiosa pomeridiana. Al fine di consentire una programmazione e pianificazione del viaggio e della quantificazione del numero di beneficiari gli aventi i requisiti sono invitati a produrre domanda entro il 28 febbraio presso l’Ufficio Protocollo. Avranno diritto ad inoltrare istanza, fino ad un numero massimo di 45 posti disponibili, coloro che avranno superato alla data della domanda i 65 anni di età, risulteranno residenti a San Pietro al Tanagro. Sono esclusi coloro i quali sono beneficiari del reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza, non abbiano la cittadinanza italiana, beneficiano di vantaggi riconosciuti dalla L. 104/92. In caso la presentazione di domande superi il numero di 45 si procederà all’accettazione dando precedenza agli anziani che vivono da soli, ovvero il cui nucleo familiare sia composto dal solo richiedente.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*