Il centro storico di San Pietro al Tanagro si è riempito di un piacevole odore di cipolla, ieri sera, in occasione dell’apertura della XI edizione della Festa della Cipolla che vedrà la conclusione questa sera.

Un prodotto d’eccellenza sul quale punta molto il piccolo borgo valdianese, tradizionalmente legato alla coltivazione e al commercio dell’ortaggio, avviato con un decreto regio del 1829.

La manifestazione è stata organizzata dalla Pro Loco di San Pietro al Tanagro, in collaborazione con l’amministrazione comunale che sostiene il progetto con l’intento di orientare la popolazione locale verso la coltivazione e la vendita di un prodotto tipico.

Diversi i piatti di punta dedicati alla “regina” della cucina nostrana: patate arraganate e cipolla (condite anticamente con olio, sale e tanto origano), pasta con ceci e soffritto di cipolla, gli anelletti di cipolla, sono solo alcune delle pietanze che ieri sera hanno decretato un enorme successo della manifestazione.

Le interviste ai nostri microfoni, all’assessore al Turismo Antonio Pagliarulo e al Presidente della Pro Loco Michele Giallorenzo.

– Claudia Monaco –


[fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/636421919868861/” width=”700″ height=”600″ onlyvideo=”1″]


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*