Nella giornata di ieri, a Salerno, si è verificato un nuovo caso di aggressione ai danni di un conducente di un mezzo pubblico.

Questa volta, la vittima è un autista di Busitalia, minacciato da un passeggero armato di coltello per avergli negato la fermata “fuori programma” richiesta. L’episodio ha avuto luogo sull’autobus 12 lungo la tratta “Sant’Eustachio – Piazza San Francesco”. All’altezza di via Salvator Allende, l’uomo si è avvicinato al conducente esigendo di fermarsi davanti all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

Ricevuto un netto rifiuto, il 29enne ha estratto un coltello puntandolo dritto contro l’autista. Il gesto improvviso ha scatenato il panico tra le persone a bordo, tra le quali anche alcuni bambini.

Nel frattempo, incurante del veicolo in movimento, ha forzato le porte del mezzo e si è allontanato in maniera indisturbata. Non aveva considerato, però, che si trovava giusto di fronte ad una Caserma della Guardia di Finanza. Raccolta la denuncia del conducente aggredito, una pattuglia, grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza, alle indicazioni di alcuni passeggeri ed ai riscontri con le banche dati, ha poco dopo identificato e fermato il presunto responsabile.

Già noto alle Forze dell’Ordine per diversi precedenti, si è giustificato spiegando che voleva solo raggiungere più comodamente l’ufficio finanziario per sbrigare le sue faccende personali.

L’uomo è stato denunciato per i reati di violenza o minaccia a un pubblico ufficiale con l’aggravante dell’uso delle armi e di interruzione di un pubblico servizio. Rischia adesso fino a 5 anni di reclusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*