Grande festa ieri pomeriggio a Sala Consilina per i 60 anni dell’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio (C.A.T.) dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Marco Tullio Cicerone”, meglio conosciuto come Istituto Tecnico per Geometri.

L’importante traguardo è stato un momento per riunire ex alunni ed ex insegnanti che hanno avuto modo di rispolverare i vecchi ricordi e condividere con immensa gioia e nostalgia le esperienze vissute all’interno della scuola.

I saluti iniziali sono stati affidati alla Dirigente scolastica Antonella Vairo che ha sottolineato come “l’Istituto si è evoluto nel corso degli anni dato che anche la professione del geometra è cambiata. E’ un Istituto che può dare ancora tanto ai giovani e al territorio. Offre un diploma flessibile che permette l’esercizio della libera professione ma anche la possibilità di partecipare a concorsi della pubblica amministrazione o di proseguire gli studi”.

Sono intervenuti il sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone, il consigliere alle Pari Opportunità Rosa Melillo che ha conseguito il diploma nel 2018 frequentando i corsi serali, l’ex dirigente scolastico Maria Antonietta Trotta, l’assessore alla Pubblica Istruzione Michele Galiano ed Emiliana Freda del Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Salerno. A coordinare i lavori è stato il professor Gerardo Isoldi.

Io posso solo essere un testimone dei ricordi degli anni passati – commenta il Dirigente scolastico Trotta – Questo Istituto, che aveva il nome De Petrinis, è nato negli anni 60 e tanti giovani hanno conseguito qui il diploma trovando degna applicazione negli studi successivi. E’ una scuola gloriosa perché ha avuto in passato una grandissima espansione. Con il tempo l’entusiasmo è andato scemando forse perché sono nate nuove scuole sul territorio. E’ una scuola dove si studia di tutto ma sono esaltate le materie tecniche”.

Noto con piacere l’interazione che hanno gli insegnanti con gli allievi, si vede l’affetto per l’alunno e questa è la migliore pubblicità – dichiara Michele Galiano – Il calo non è dovuto a fattori interni ma esterni. C’è stata una crisi nell’edilizia che ha inciso su questo Istituto che è il più completo. Qui ci sono competenze e umanità. Spero che il futuro vi premi”.

Gli ex studenti e ora affermati professionisti hanno offerto una testimonianza relativa al percorso lavorativo intrapreso dopo il diploma e tra loro hanno preso la parola il vicensindaco di Sassano Antonio D’Amato e il sindaco di Corleto Monforte Antonio Sicilia. Presente anche il segretario consigliere dell’Associazione Giornalisti Vallo di Diano Pietro Cusati.

E’ stato premiato Giuseppe De Nigris, neodiplomato con la più alta valutazione e attualmente studente di ingegneria informatica al Politecnico di Torino. Sono stati anche preparati degli attestati per i primi diplomati anno 1964/1965.

– Annamaria Lotierzo –

Un commento

  1. Solite cose fatte di opportunità di politica spicciola. I pilastri dell’istituto ed ex alunni neanche avvisati ed invitati. Solite iniziative povere.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*