17 thoughts on “Sala Consilina: addio “Baffo”, con te se ne va l’ultimo ricordo vivente di quei fantastici anni 80/90

  1. Grazie Erminio, mi hai fatto emozionare e rivive tutta la mia adolescenza ……..

  2. Azzzzz.e vero …Stefano e Ndonio…cu u seiciento familiare bianco e azzurro. .chi mboste. .mamma mia..prima sotto a i torrioni e poi all incrocio tra ciamba ri cavallo e vua de petrinis…
    Ahhh giusto per dire…di gelati c’era anche la4 opzione:BOTTONE…miezz a chiazza ..diventato poi Marco polo

  3. Hai dimenticato mio padre Stefano, maestro di mboste e panini alla mortadella, ma comunque hai suscitato in tutti noi dei bellissimi ricordi adolescenziali, grazie a tutti deceduti e non….

  4. Un ricordo di baffo, di quando eravamo giovani immigrati a Nichelino (TO) e le domeniche pomeriggio passate al dancing Le Grillon, e la nostra comune passione per i colori granata del Toro. Un abbraccio Baffo e Alé Toro

  5. I ricordi affiorano nella mia mente, cinque anni passati in quei luoghi, con gli amici e i compagni di scuola, bravo Erminio nel ricordare le persone che probabilmente suscitano in noi la spensieratezza, la gioventù e gli anni in cui ci si accontentava di poco, comunque mi associo alle vostre condoglianze alla famiglia del BAFFO, un saluto da Carmine dalle Marche……

  6. io mi ricordo pure quante ..scumate ru sangu…a lu quartiere….dove ancora non c’era l asfalto. .

  7. Per noi che abitavamo a Santustasio scendere giu’ in Piazza era come andare in un altro Paese ,si scendeva in piazza solo per andare al Cinema Primula o Adriano
    che si trovavano tutti e due a via roma

  8. un grande abbraccio al figlio Pierpaolo a cui insieme alla sua famiglia vanno le più sentite condoglianze mi dispiace di non aver partecipato ai funerali x motivi familiari mi trovo fuori spero caro Pierpaolo di vederti presto x darti un abbraccio rinnovo le più sentite condoglianze. Michele Setaro

  9. Bravo Erminio ripercorrendo passo dopo passo i ricordi della nostra adolescenza devo dire che non me ne sono perso uno, hai solo dimentico il campo di calcio di don donato per le partite importanti quelle che duravano 12 ore senza intervallo e con il mitico Chilino in porta. È doveroso in questo post ricordare il mitico gelataio Baffo l’ultimo simbolo della nostra adolescenza.

  10. Fra trent’anni i nostri figli “posteranno” i medesimi commenti (forse si comunicherà con la forza del pensiero, ma la malinconia sarà la stessa).
    Chi non vorrebbe tornare a quell’età !! Cataldo farebbe carte false (e pure io).
    Ermì, grazie

  11. Grazie Erminio con questo articolo hai colto in pieno le emozioni di noi tutti anni 80/90 facendoci fare un tuffo nel passaro
    e a pensare che oggi la maggior parte di noi è genitore della nuova generazione

  12. Ti ringrazio caro Erminio, ti ringrazio per I bei ricordi che hai fatto “scoppiare” con il tuo scritto; sono lontano, sono al Nord e purtroppo gia’ solo senza la mia cara Annamaria che gia diversi anni fa mi ha lasciato per sempre, li a Padula “covo della nostra vita” e pertanto Sala Consilina “culla della nostra gioventu”. Ciao

  13. Grazie Erminio con il tuo racconto mi hai regalato un viaggio indietro nel tempo ma soprattutto nello spazio visto che ho vissuto la mia infanzia a Sala per poi emigrare al nord. I ricordi del mio sud, della mia Sala sono proprio quelli che hai descritto nella tua breve storia. Di tanto in tanto scendo, ma con dispiacere noto che col tempo tante cose son cambiate e quasi non la riconosco, non riconosco più la gente e la cordialità di una volta…

  14. Da teggianese rimpiango anche io il Grande BAFFO pensa che mia figlia più che per il gelato voleva vedere il suo BAFFO!!!
    E ZI NDONIO CU LI CAUZUNI FRITTI NESSUNO LI SA FARE PIU COSI BUONI!!!
    UN SALUTO A LI SALISI RI NA VOTA. …….

  15. Bellissimi ricordi!!!! Condivido in pieno ché era meglio “prima” con la lira tra tutte queste belle persone e senza questi Smartphone!!!! Tempi che non ritornano….

  16. Bravo Erminio Cioffi : ha pienamente ragione. Prima con poco ci si divertiva tanto, c’era più modestia e si stava più insieme in quanto le relazioni umane erano più autentiche e sincere, al contrario di oggi dove predominano superbia, strumentalizzazioni e fittizie amicizie. Forse quei tempi non ritorneranno più, ma non si potrà mai sapere nel divenire delle cose…

Comments are closed.