La quinta perla della Costa degli Infreschi e della Masseta è stata ufficialmente riaperta questa mattina. La spiaggia della Resima dopo un lungo stop di 9 anni ritorna, dunque, fruibile per i cittadini di San Giovanni a Piro e per tutti i turisti che ogni anno scelgono la frazione costiera di Scario per trascorrere le loro vacanze.

Una cerimonia iniziata con il classico taglio del nastro realizzato dal sindaco di San Giovanni a Piro Ferdinando Palazzo affiancato dal Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino, dal Direttore del Parco Romano Gregorio e dal Presidente di Legambiente Campania Maria Teresa Imparato.

La riapertura della Resima è il risultato di un percorso iniziato cinque anni fa – ha dichiarato il sindaco Palazzo – Un obiettivo importante raggiunto grazie alla straordinaria sinergia tra il Comune, il Parco e la Capitaneria di Porto di Palinuro. Per qualcuno la spiaggia non è stata mai chiusa ma l’ordinanza precedente parlava chiaramente di una chiusura per il rischio di una caduta massi e noi quest’anno, invece, finalmente l’abbiamo riaperta ma in tutta sicurezza“.

Soddisfatto del risultato ottenuto è apparso anche il Presidente del Parco, Tommaso Pellegrino. “Oggi è una giornata importante per tutti – ha dichiarato – In un Paese così burocratizzato poter riaprire una spiaggia è un’azione da sottolineare perché in questo particolare momento storico è più facile chiudere che aprire. Per noi è stata una sfida che abbiamo vinto grazie all’impegno di tutte le istituzioni chiamate ad operare. Non potevamo permetterci di tenere chiuso uno dei luoghi più belli al mondo“.

La giornata si è poi conclusa con la firma di un protocollo d’intesa tra il Comune di San Giovanni a Piro, l’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e l’Associazione Protezione Civile ed Ambientale Gruppo Lucano per la sicurezza e il controllo dei bagnanti dell’Area Marina Protetta attraverso una capillare attività di prevenzione e di verifica del rispetto delle misure di prevenzione relative al distanziamento sociale.

– Maria Emilia Cobucci –

2 Commenti

  1. Il distanziamento sociale sulla spiaggia della resima. Cose da pazzi… Uno stuolo di politici e burocrati che ha trovato un modo conveniente di farsi pubblicità..

  2. Questo ci mancava dopo che avete praticamente reso inufruibile la costa ai canoisti con quel giro assurdo dietro le boe….. Mo pure i guardiani della spiaggia dove…. Siete ridicoli… Cilentanti non crescerete mai nella concezione del cosa significa fare turismo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*