Continua il lavoro per la risoluzione dei disagi comportati dal nuovo modello di recapito a giorni alterni degli invii postali attuati dalla società Poste Italiane.

Dopo l’’incontro tenutosi oggi pomeriggio con i delegati di Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane, a proposito del piano di recapito a giorni alterni degli invii postali dove ha preso parte la senatrice del Partito Democratico Angelica Saggese si è concluso per un Tavolo permanente sul territorio che vede insieme rappresentanti del personale di Poste Italiane e amministrazioni locali per discutere e cercare soluzioni condivise relativamente alle problematiche organizzative e alle difficoltà che dovessero emergere nella gestione del sistema poste.

La Saggese, dopo aver presentato un’interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico, aveva scritto proprio a Del Fante per chiedere un confronto volto a “trovare delle soluzioni in grado di evitare ulteriori disagi a cittadini, imprese ed Enti territoriali”.

Dopo l’interrogazione presentata da Saggese al ministro Carlo Calenda, molte giunte comunali della provincia di Salerno, in seguito a un incontro presso il Comune di Buccino, hanno adottato una delibera in tema.

Il piano di recapito a giorni alterni, dove è stato già avviato, ha provocato più di qualche disagio e la senatrice ha chiesto e ottenuto un incontro con i delegati di Del Fante.

All’ incontro hanno preso parte il sindaco di Buccino Nicola Parisi, presente in rappresentanza dei sindaci del salernitano, il delegato regionale Slc-Cgil Salvatore Cicalese.

“L’incontro è stato molto positivo – ha spiegato la Saggese – abbiamo ricevuto la loro disponibilità a istituire un Tavolo territoriale permanente che vedrà i rappresentanti nazionali di Poste Italiane confrontarsi con sindaci e personale degli sportelli su eventuali disagi vissuti dai cittadini e su eventuali criticità organizzative del servizio postale. Si tratta di una grande apertura tanto più che Poste Italiane ha ribadito che tutti gli sportelli esistenti sul territorio resteranno attivi”.

Claudia Monaco –

Un commento

  1. Una vergogna…..facile da un tavolo stabilire come risolvere i problemi sorti con il recapito a giorni alterni. ….piuttosto chiedete fondi statali piuttosto garantire il servizio universale. Come è possibile fare una zona doppia nelle stesse ore di lavoro? Oltre al nostro sangue cosa volete? Vergognatevi. ….le 40 euro (chiedete sono una elemosina ) le rimettiamo in medicine per guarire il nervoso! Per concludere, invito il sig. Del Fante a provare solo per un giorno il suo nuovo modello di recapito!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*