Avrebbe arrecato alle casse della Provincia di Salerno un danno erariale pari a quasi 189mila euro il conferimento, ritenuto illegittimo, dell’incarico di Direttore generale a un professionista che, secondo gli inquirenti della Corte dei Conti della Campania, non era in possesso dei requisiti necessari per assumere quella carica.

Per i giudici contabili, inoltre, lo svolgimento di quelle funzioni “potevano e dovevano essere ricondotte nell’alveo della struttura burocratica preesistente presso la Provincia di Salerno“.

Il professionista ha ricoperto l’incarico dirigenziale dal 9 dicembre del 2014 fino allo scorso 30 agosto.

Le indagini sulla “mala gestio” alla Provincia di Salerno è stata condotta dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli sotto il coordinamento del sostituto procuratore Francesco Vitiello e del procuratore regionale Michele Oricchio.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Quando vi decidete a chiudere definitivamente questi enti inutili.
    L’unica cosa che riescono a dare è creare problemi burocratici ai cittadini e …..

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*