Stato di agitazione per i lavoratori della sanità privata. Con una lettera al Direttore Generale dell’Asl Salerno e al Prefetto di Salerno, Cisl Fp e Uil Fpl hanno proclamato la protesta, determinata da una serie di criticità.

Denunciamo sia le mancate erogazioni stipendiali su alcune strutture sanitarie accreditate private, che il ritardo da parte dell’Asl Salerno nei pagamenti sul socio sanitario, nonché dei crediti vantati dalle strutture accreditate sulle prestazioni riabilitative che sulla quota di compartecipazione delle prestazioni socio sanitarie – dichiara Antonio Malangone, segretario Uil Fpl – Tutto questo oggi sta alimentando tensione tra i lavoratori e la situazione richiede urgentemente dei chiarimenti essenziali, per evitare ogni possibile conseguenza di perdita di posti di lavoro“.

Contemporaneamente – aggiunge Malangone – i sindacati hanno chiesto un incontro all’Asl per discutere del protocollo d’intesa tra Regione e Aiop Campania per attivare posti letto Covid dedicati, implementare posti letto non Covid per il trasferimento di personale presso case di cura e recupero somme anticipate in base all’accordo Aiop. L’Asl ha chiesto il recupero delle somme relative all’accordo tra Aiop e Regione Campania: questo è inaccettabile“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*