Una nuova localizzazione per gli impianti previsti dalla società Terna, nella Valle del Sele, per il progetto Tyrrhenian link, per non compromettere l’ambiente e la destinazione agricola, turistica e produttiva del territorio“.

Lo ha chiesto, nell’Aula di Montecitorio, il deputato di Liberi e Uguali Federico Conte, con un question time al Ministro per la Transizione ecologica, Cingolani.

La Valle del Sele – ha detto il deputato LeU – ha una destinazione naturale e va valorizzata: l’agricoltura di qualità, le biodiversità e l’ambiente, il patrimonio naturale e la risorsa mare. Occorre un Piano di tutela ambientale e di valorizzazione. L’opera di Terna, invece, appare del tutto incompatibile con questa visione. Qui, dove primeggia la produzione di quarta gamma, si collocano le eccellenze della filiera bufalina e operano con successo ben 12 organizzazioni di produttori agricoli (un primato nazionale), proprio a ridosso dell’area dove verrà realizzata la nuova stazione ferroviaria dell’Alta velocità/Alta capacità della linea Salerno-Reggio Calabria, si deve costruire un progetto diverso, alternativo, per salvaguardare identità e visione strategica di un territorio che ha una destinazione che si inserisce pienamente nella visione e nei cardini culturali del Next Generation Eu“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*