Emozioni ieri al Museo MA.CI.NA di Casaletto Spartano durante la presentazione del libro del giornalista Vincenzo Rubano “Soldati di Pace”.

Dolore, paura ma anche tanta speranza sono i sentimenti che hanno accompagnato i racconti che il giornalista ha fatto di quei luoghi, come l’Afghanistan, dilaniati dalla guerra. Paesi nei quali è notevole la presenza dei militari italiani che ogni giorno rischiano la propria vita in nome della pace.

“Ho preso parte a dieci missioni – ha affermato Vincenzo Rubanoe mi sono reso conto che molte persone non sanno realmente cosa fanno i nostri soldati. Il loro obiettivo non è fare la guerra ma costruire la pace. Spesso sentiamo dire che i soldati italiani partecipano a queste missioni solo per soldi in realtà loro rischiano tutti i giorni la loro vita e questo non ha prezzo”.

Il giornalista poi si è  rivolto ai tanti giovani presenti e ha sottolineato che le guerre vanno sempre ripudiate perché portano solo morte e distruzione.

“Spesso nei paesi che diventano scenari di guerre c’è molta ignoranza tra la popolazione – ha dichiarato il giornalista – ed è per questo che bisogna sempre studiare perché ciò che veramente rende liberi gli uomini è la cultura”.

Presenti all’incontro anche il Sindaco di Casaletto Spartano Concetta Amato che ha ringraziato Rubano per la presenza nella sua comunità e per i racconti che hanno arricchito tutti coloro che  hanno partecipato all’incontro, il Maresciallo dei Carabinieri della locale Stazione Antonino Campisi e il parroco don Simone Gentile.

L’incontro è stato moderato dalla dottoressa Giovanna Mazzaro.

– Maria Emilia Cobucci –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*