Una decina di furti e altrettanti tentativi, sicuramente tanti per un territorio tranquillo come quello di Picerno, hanno creato non poca preoccupazione nella comunità. Tanto che alcuni gruppi spontanei di cittadini hanno deciso di organizzare due petizioni per chiedere maggiore sicurezza, a partire dall’installazione di un impianto di videosorveglianza e anche l’intensificazione dei controlli sul territorio.

Una petizione è stata avviata online, sulla piattaforma change.org, e riguarda la richiesta di maggiori controlli sul territorio, l’altra invece si può firmare di persona presso alcune attività commerciali e riguarda l’installazione del sistema di videosorveglianza. Le petizioni, partite da qualche giorno, vedono già decine di adesioni, con le richieste che verranno inviate al sindaco di Picerno, Giovanni Lettieri, al Prefetto di Potenza e al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. A proposito di Prefettura, già da diversi giorni il territorio di Picerno è oggetto di una intensificazione dei controlli da parte dei Carabinieri e della Polizia di Stato, e da una settimana circa non si verificano furti, con i cittadini che hanno ritrovato un poco di tranquillità, persa e trasformata in esasperazione in questo ultimo e difficile mese.

Le zone particolarmente colpite dai ladri sono quelle nell’area di via Pietro Nenni e l’area situata lungo la SS 94, che da Picerno collega a Tito. Ladri che hanno fatto razzia nelle abitazioni, in alcuni casi riuscendo a sfondare vetri e asportando casseforti, senza essere individuati. Alcuni furti si sono verificati con le persone all’interno dell’abitazione, quasi sempre nelle prime ore serali, dopo le ore 19. Nel testo delle due petizioni, i cittadini ringraziano i Carabinieri per la sempre costante presenza e per il pronto intervento, ma auspicano una intensificazione dei controlli per evitare ulteriori episodi a cura di quelli che sembrano essere veri e propri ladri professionisti.

Invece, per quanto riguarda ronde e iniziative personali, è stata categorica la richiesta del sindaco Lettieri di evitare ogni tipo di attività per non incappare in problemi ben più seri.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano