Dopo un’attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza ed eseguita dal personale della Polizia di Stato (Squadra Mobile — Sezione Reati contro la persona in danno dei minori e reati sessuali) è stato sottoposto agli arresti domiciliari il 52enne M.V. per i reati di atti persecutori e di diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite.

L’uomo non si è rassegnato alla fine di una relazione sentimentale e ha posto in essere una serie di condotte persecutorie connotate da una crescente violenza psicologica che hanno reso concreto e attuale il pericolo che potesse commettere ulteriori e più gravi azioni.

L’indagato, infatti, prima ha inviato alla vittima ripetuti messaggi telefonici per convincerla a riprendere la loro frequentazione e poi è passato alle minacce e alle offese.

Non contento, ha contattato i figli della donna a cui ha inviato un video privato a contenuto intimo che riguardava la madre.

Alla luce di tutto ciò la Procura ha prontamente richiesto al Gip presso il Tribunale di Potenza l’adozione della misura cautelare. La richiesta è stata accolta ed il personale specializzato della Squadra Mobile ha immediatamente arrestato l’uomo.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Pazzia allo stato puro, causato da ossessione psico- ossessivo- compulsivo sessuale troppo diffusa nella maggior parte degli uomini separati che non sanno controllare le loro esigenze ormonali. Questi soggetti bisognerebbe controllarli sanitariamente con la castrazione che abbassa impulsi sessuali ossessivo- compulsivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*