Polla tra i possibili siti di stoccaggio di ecoballe, Giuliano si oppone. “Pronti a scendere in piazza”





































Il Vallo di Diano e in particolare il Comune di Polla si preparano ad affrontare una nuova emergenza rifiuti. Infatti tonnellate di ecoballe di rifiuti indifferenziati, provenienti dallo STIR di Battipaglia, potrebbero essere trasferite nel nostro territorio.

Il luogo scelto per il trasferimento è la zona industriale di Polla, in località Sant’Antuono, dove già era attivo un sito di stoccaggio.

Abbiamo già contestato questa scelta della Provincia con una delibera di Consiglio comunale – spiega il sindaco Rocco GiulianoGià a dicembre si affacciò questa ipotesi e ci siamo già opposti. La Regione deve fare un Piano per decidere dove trasferire i residui dell’impianto di Battipaglia dato che non c’è un luogo dove depositarli, ha messo anche a disposizione 20 milioni per questi siti. Tra questi si è pensato a Polla. Un mese fa, la Provincia ha chiesto al Consorzio di Bacino Salerno 3 la disponibilità dell’area, ma anche questa volta è stato ribadito il no”.










Siamo in emergenza e la Regione Campania sta trovando un modo per risolvere la questione dei rifiuti – continua il primo cittadino – Siamo pronti a scendere in piazza, abbiamo già dato tanto. Negli anni passati abbiamo accolto la discarica consortile in attesa di un Piano definitivo che non è stato mai fatto. La Regione si deve confrontare con i vari territori indicati come possibili siti di stoccaggio. Non hanno realizzato né gli impianti di compostaggio né i termovalorizzatori e per questo siamo sempre allo stesso punto. Quando le altre Regioni bloccano il ritiro dei nostri rifiuti andiamo in emergenza. Non è possibile questa situazione“.

– Annamaria Lotierzo –

































Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*