La Commissione Europea si sta occupando dell’istanza di permesso per la ricerca petrolifera “Monte Cavallo”, che ricade in un’area tra la provincia di Salerno e Potenza.

A sottolinearlo è il commissario Ue per l’Ambiente, Karmenu Vella, in una risposta all’interrogazione dell’europarlamentare lucano Piernicola Pedicini. Quest’ultimo aveva interrogato l’Ue circa l’iter autorizzativo del permesso di ricerca, facendo riferimento ad una direttiva europea relativa alla tutela e conservazione degli habitat naturali.

Nella risposta il commissario Vella ha fatto sapere che “l’Ue ha già avviato un’indagine per monitorare lo sviluppo dei nuovi giacimenti petroliferi nella Val d’Agri, e siccome la valutazione dell’impatto ambientale relativa al permesso è ancora in corso, è in questo contesto che, attraverso la consultazione di tutti i portatori di interesse, si potranno sollevare le questioni citate nell’interrogazione“.

L’istanza “Monte Cavallo”, presentata da Shell, interessa Atena Lucana, Montesano, Padula, Polla, Sala Consilina, Sant’Arsenio, Sassano, Teggiano nel Vallo di Diano, Brienza, Marsico Nuovo, Paterno e Tramutola.

– Claudio Buono – 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*