Immagine di repertorio

Da alcuni giorni è scattata un’operazione della Guardia Costiera dell’ufficio Circondariale Marittimo di Palinuro diretta al controllo dei prodotti di pescherie, ristoranti, mercati e supermercati.

Salate le sanzioni e numerosi i sequestri per i locali commerciali e i prodotti che non risultano a norma.

Come riporta La Città di Salerno, l’operazione ha coinvolto anche il Vallo di Diano, insieme al Golfo di Policastro fino a raggiungere Palinuro.

Al vaglio dei guardiacoste decine di gamberi, polpi, seppie, capitoni, alici, scampi, calamari e sardine messi in vendita ma privi di etichettatura e mantenuti in condizioni di scarsa igiene.

Inoltre, all’interno di un furgone è stato ritrovato dalla Guardia Costiera del pesce conservato in celle non a norma e di cui risulta impossibile ricostruire la tracciabilità.

L’operazione è stata diretta sul posto dal Tenente di vascello Giampaolo Arcangeli e rientra in una più vasta operazione coordinata a livello provinciale dal Capitano di vascello Giuseppe Menna.

– Maria De Paola –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano