Percepivano illecitamente il reddito di cittadinanza, incastrati dopo i controlli dei Carabinieri. E’ quanto accaduto ai “falsi poveri” di San Giovanni a Piro scoperti dopo una serie di indagini svolte dai militari della locale Stazione dell’Arma.

Come si legge sul quotidiano “Il Mattino“, sono circa dieci le persone che percepivano il reddito di cittadinanza senza avere i requisiti richiesti dalla legge. Alcuni di loro, inoltre, svolgevano anche lavoro in nero.

Sono stati percepiti illegalmente circa 140mila euro. Somma che dovrà essere restituita alle casse dello Stato.

Il reddito di cittadinanza è stato così revocato e i responsabili sono stati denunciati per truffa. 

– Chiara Di Miele –

2 Commenti

  1. Chi è l’organo che controlla la povertà del cittadino? Chi dà il via libera all’erogazione del reddito di cittadinanza? Qualcuno sarà responsabile di verificare la correttezza dei dati forniti? E poi i comuni, almeno quelli piccoli dove tutti conoscono tutti e intesi come ente locale, hanno l’obbligo di collaborare con L’ INPS proprio per controllare e verificare che le notizie acquisite siano vere….quindi se accadono queste cose vuol dire che il sistema ha non poche pecche!!!

  2. REDDITO DI FANNULLANZA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*